direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Accoglienza, formazione e integrazione per combattere il caporalato

MIGRAZIONI

In provincia di Ragusa alcuni progetti contro il caporalato e lo sfruttamento dei migranti in agricoltura finanziati con oltre 3 milioni di euro dei Fondi Pon Legalità

RAGUSA – Il Ministero dell’Interno segnala che a Comiso, Ispica, Ragusa e Santa Croce in Camerina opereranno i nuovi progetti ammessi a finanziamento dal Pon Legalità. Il filo rosso che li accomuna è l’accoglienza abitativa di lavoratori stranieri, in adeguate condizioni igienico sanitarie.

È prevista la ristrutturazione di alcuni immobili da adibire ad alloggi e la realizzazione di attività formative e di inclusione per facilitare l’integrazione con le comunità locali e combattere il rischio di marginalizzazione sociale.

Nello specifico, verranno assegnati: 970 mila euro a Comiso per il progetto “A casa senza caporale”; 1 milione e 300 mila euro a Ispica per il progetto “L’ultimo Gattopardo”; 600 mila euro a Ragusa per il progetto “Ospitalità e formazione per il contrasto al caporalato – ristrutturazione dell’ex scuola rurale di contrada Genisi”; oltre 770 mila euro a Santa Croce Camerina per il progetto “Campagna di civiltà. Stop caporalato”.

Con un investimento complessivo di oltre 3 milioni di euro il Pon Legalità interviene in Sicilia per rafforzare l’azione dei territori contro il caporalato, per un’economia sana, attenta al benessere e al rispetto dei diritti dei lavoratori. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform