direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

A Tunisi “Raffaello ritrattista” promossa dal Maeci per il quinto centenario della morte di Raffaello

MOSTRE

Dal 28 febbraio al 28 marzo la prima tappa dell’allestimento itinerante che propone le riproduzioni in altissima definizione e a grandezza naturale delle opere di Raffaello

TUNISI – La nuova galleria Macam del Musée National d’Art Moderne et Contemporain de la Cité de la Culture a Tunisi ospiterà dal 28 febbraio al 28 marzo l’esposizione “Raffaello ritrattista”, prima tappa di una mostra itinerante promossa dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e dalla Rai per il quinto centenario della morte di Raffaello. Informa l’Ambasciata d’Italia a Tunisi.

L’allestimento consente di ammirare in un unico luogo le riproduzioni in altissima definizione e a grandezza naturale delle opere di Raffaello e fa parte del progetto “Opera Omnia”, dedicato ai grandi maestri della pittura, come Leonardo, Raffaello, Caravaggio, le cui opere sono disperse in svariati musei, chiese e collezioni private.  La finalità di “Opera Omnia” è quella di collocare in unico spazio espositivo l’opera pittorica di un autore, attraverso riproduzioni fedeli alle opere originali e in altissima definizione, realizzando così una grande mostra monografica.

La mostra a Tunisi rappresenta inoltre una nuova occasione di cooperazione tra l’Ambasciata d’Italia, l’Istituto Italiano di Cultura e la Città della Cultura, in questo caso con il Musée National d’Art Moderne et Contemporain. La collaborazione con il prof. Antonio Paolucci, uno dei massimi esperti di arte in Italia e nel mondo e curatore della mostra, certifica il rigore scientifico che è alla base del progetto, che ha l’obiettivo di creare un’esperienza di contatto con il patrimonio culturale italiano attraverso la visualizzazione di riproduzioni di capolavori italiani sparsi nei musei di tutto il mondo. “Raffaello ritrattista” presenta 14 riproduzioni digitali a grandezza naturale dei dipinti originali di Raffaello. Le riproduzioni sono anche retroilluminate e poste su di una speciale struttura che consente di poterle ammirare in maniera ottimale da ogni angolazione. Grazie all’uso di fotografie professionali a colori degli archivi Rai e alle più innovative tecniche, i dipinti riprodotti possiedono tutti i dettagli e le sfumature dei lavori originali conservando luci e colori inalterati. Uno speciale cubo multimediale inoltre consentirà al pubblico di scoprire in modo innovativo il genio di Urbino. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform