direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

A Taranto, apertura straordinaria del Ponte Girevole per il passaggio di Nave Cavour

MARINA MILITARE

La Portaerei ha lasciato il Mar Piccolo, dopo una lunga sosta lavori presso l’Arsenale, per tornare al suo posto di ormeggio nel Mar Grande di Taranto

TARANTO – La Portaerei Cavour ha lasciato nei giorni scorsi l’ormeggio presso l’Arsenale Militare Marittimo di Taranto. L’apertura straordinaria del Ponte Girevole ha permesso alla nave di transitare il canale navigabile e lasciare il Mar Piccolo, dopo una lunga sosta lavori presso l’Arsenale, per tornare al suo posto di ormeggio nel Mar Grande di Taranto.

Nave Cavour ha terminato il periodo di manutenzione e ammodernamento: 16 mesi durante i quali è stata anche portata in secco nel bacino di carenaggio “Edgardo Ferrati”, fra i più grandi bacini in muratura d’Europa. Grazie alla sinergia creatasi tra le maestranze dell’Arsenale, le ditte specializzate e al contributo del personale tecnico della Marina e dell’equipaggio di bordo, la nave ammiraglia della Marina Militare ha ultimato – nei tempi previsti – tutti i lavori, compresi i lavori di adeguamento agli standard per il nuovo velivolo F-35B.

Nonostante l’Emergenza Covid-19, quindi, con un equipaggio ridotto necessariamente all’essenziale nel rispetto degli accorgimenti mirati a contrastare il rischio di contagio, la portaerei ha attraversato il canale navigabile con una manovra di precisione complessa e delicata. La nave, lunga 244 metri, larga 39 metri e con oltre 27000 tonnellate di dislocamento è la più grande nave ad aver transitato il canale navigabile dal dopoguerra a oggi, infatti le sue dimensioni sono le massime possibili per il transito; nel punto più stretto del canale, la distanza laterale dalla banchina era di circa 7 metri. Con perizia marinaresca l’equipaggio ha condotto la manovra, avvalendosi di una speciale sovrastruttura montata al centro del ponte di volo, conducendo l’unità verso il mare aperto. Il transito è stato coadiuvato anche dal supporto del personale della Stazione Navale, dei rimorchiatori e dei Piloti del porto e del personale del Comando Marittimo Sud.

“Il ritorno in mare rappresenta un obiettivo importante per nave Cavour, dopo 16 mesi di sosta, di cui gli ultimi due affrontati con le difficoltà derivanti dalla pandemia legata al Covid-19” ha dichiarato il Comandante, capitano di vascello Marco Casapieri, “Ma con le giuste procedure e le adeguate misure di sicurezza, messe in campo dalla Marina, siamo stati in grado di completare i lavori e restituire la nave al servizio del Paese”.

La Portaerei nelle prossime settimane ultimerà le prove tecniche, al termine delle quali inizierà un intenso periodo di addestramento. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform