direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

A Praga il progetto “Puglia XP” un corso di quattro workshop specializzati per presentare gli alimenti e i vini della regione italiane

PROMOZIONE DEL MADE IN ITALY

Organizzato dalla Camera di Commercio Italo-Ceca

Ieri all’Ambasciata d’Italia l’evento inaugurale

 

PRAGA – Progetto Puglia XP : la Camera di Commercio e dell’Industria Italo-Ceca ha preparato un corso di quattro workshop specializzati per presentare gli alimenti e i vini della Puglia. Il progetto Puglia XP si tiene all’hotel Perla di Praga ed è aperto ai professionisti del settore Horeca, della distribuzione all’ingrosso e del commercio a dettaglio. Nel primo seminario, il 14 marzo, concentrazione sui vini e sui vitigni tipici della Puglia, che può contare su ben 28 vini Doc. A seguire, altre eccellenze del settore come il grano e la sua lavorazione in pane e pasta, produzione olio d’oliva e il latte e la sua lavorazione in formaggio. “I workshop sono tenuti da docenti provenienti dalla Facoltà Agraria dell’Università degli Studi di Bari e per ogni appuntamento è presente un’azienda pugliese con i suoi prodotti – spiega Andrea Kunová, Food & Turism manager della Camera Italo-Ceca – Il principale obbiettivo dei seminari è presentare agli operatori cechi in maniera approfondita i prodotti della regione. I partecipanti acquisiranno conoscenze utili per distinguere i prodotti di qualità e trasmettere ai clienti le principali caratteristiche dei vini e degli alimenti della Puglia”.

La Puglia può vantare un grande patrimonio enogastronomico, la cui popolarità nel mondo sta sensibilmente crescendo. La regione censisce fino a 150 cibi e alimenti tipici, tra cui anche una decina di prodotti Dop. Particolarmente rilevante è la produzione vinicola con più di 90.000 ettari di vigneti, la produzione d’olio d’oliva e il settore caseario. Molto significativa anche l’industria della trasformazione del grano duro, che vede stabilite in Puglia alcune delle marche più importanti di produzione della pasta.

Ieri 15 marzo all’Ambasciata d’Italia a Praga si è tenuto l’evento inaugurale del progetto Puglia XP. Presentate alla comunità imprenditoriale locale le eccellenze territoriali ed enogastronomiche della Puglia. L’incontro ha visto la partecipazione dell’ambasciatore italiano, Aldo Amati, del presidente della Camic, Gianfranco Pinciroli, dell’assessore per le Politiche agricole della Regione Puglia, Leonardo Di Gioia, e di una rappresentanza di Unioncamere.

L’evento è stato aperto dai saluti dell’ambasciatore Amati e del presidente Pinciroli, che hanno ringraziato i numerosi presenti, tra cui il viceministro dell’Industria e del commercio, Jiri Koliba, e il direttore della sezione alimentare del Ministero dell’Agricoltura, Jindřich Fialka. “L’elevata attenzione che l’imprenditoria locale ha dimostrato nei confronti dei meravigliosi prodotti offerti dalla regione ci fa particolarmente piacere e siamo lieti di aver contribuito all’organizzazione di questo incontro”, ha dichiarato Amati, ricordando come la Repubblica Ceca sia già da tempo un mercato molto importante per l’Italia dal punto di vista commerciale, con l’interscambio che ha raggiunto un nuovo record nel 2016 e il livello delle esportazioni italiane in continua crescita da diversi anni.

“Il nostro obiettivo, ora, non è più solo quello di aumentare la presenza dei prodotti italiani all’estero, ma di diffonderne l’esperienza, le origini e la conoscenza di quelle peculiarità che li distinguono a livello internazionale – ha aggiunto il segretario generale della Camic, Matteo Mariani – Ed è proprio per raggiungere questo risultato che la nostra Camera di commercio sta potenziando la promozione all’estero del made in Italy”. A tal proposito sono stati illustrati quattro corsi formativi organizzati dalla Camic nell’ambito del progetto “Puglia Experience”, al fine di incrementare lo standard qualitativo dei ristoranti italiani attraverso la conoscenza dei prodotti territoriali.

Durante l’evento è stato presentato il sistema di certificazione “Ospitalità Italiana”, che attesta il controllo sulla qualità e sulla provenienza dei prodotti offerti nei ristoranti italiani a Praga (attualmente 23). L’incontro si è concluso con una degustazione di prodotti d’eccellenza, tra cui vari vini come il Negramaro, il Nero di Troia e il Primitivo, il pane di Altamura, la burrata, il caciocavallo e l’olio extravergine d’oliva di cui la Puglia detiene il 35 per cento della produzione nazionale. (Inform)

 

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform