direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

A Melbourne l’incontro con Patrizia Burley-Lombardi sulle “streghe di Triora”

ITALIANI ALL’ESTERO

L’iniziativa il 25 ottobre al Museo italiano

 

MELBOURNE – Il Museo italiano di Melbourne (199 Faraday Street, Carlton) ospiterà martedì 25 ottobre alle ore 18.30 la presentazione della ricerca condotta da Patrizia Burley-Lombardi sulle “streghe di Triora”.

L’argomento si connette con gli episodi di “caccia alle streghe” che si verificarono tra la fine del Quattrocento e la prima metà del Seicento in Europa, soprattutto nella parte protestante del continente – richiamato il caso di Würzburg, cittadina tedesca sotto il controllo di un vescovo principe dove, fra il 1626 e il 1631, furono messe al rogo fra 600 e 900 presunte streghe, donne appartenenti per lo più alle classi sociali inferiori, ma non solo. In Italia, fra il 1587 e il 1589, nella cittadina medievale di Triora si parlò di torture e persecuzioni di questo genere, che si conclusero con il trasferimento delle streghe nelle prigioni di Genova. Sulle loro tracce si è messa Patrizia Burley-Lombardi, freelance e ricercatrice che è stata anche docente nel Dipartimento di Traduzione e interpretariato del Victoria College di Melbourne e nel Dipartimento di Studi Multiculturali del Phillip Institute di Coburg.

Laureata in Inglese e Letteratura americana presso l’Università di Roma, si è trasferita a Melbourne nel 1969. Ha collaborato con SBS Italian Radio e con Rete Italia; ha insegnato allo Xavier College dove ha contribuito alla creazione di una nuova scuola di eccellenza negli studi italiani. Nel 2000 rientra in Italia, dove insegna ad una scuola milanese di specializzazione per interpreti e traduttori e lavora come interprete e traduttrice, ed insegnante di italiano e inglese. Da oltre 10 anni Patrizia vive a Melbourne, trascorrendo lunghi periodi in Italia dove intraprende piccoli progetti di ricerca, ogni tanto scrive poesie e, in generale, esplora il patrimonio culturale ligure che ama, a Sanremo.

L’incontro, a ingresso libero, sarà in lingua italiana. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform