direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

A Melbourne l’incontro “Come hanno votato gli italiani in Australia”

APPUNTAMENTI

Al Coasit, il 6 dicembre, un approfondimento con Simone Battiston della Swinburne University, Francesco Ricatti della Monash University e Marco Fedi, già deputato eletto al Parlamento italiano nella ripartizione Africa, Asia, Oceania e Antartide

 

MELBOURNE – In programma al Coasit di Melbourne (199 Faraday Street, Carlton), giovedì 6 dicembre alle ore 18.30, l’incontro intitolato “Come hanno votato gli italiani in Australia” con Simone Battiston della Swinburne University, Francesco Ricatti della Monash University e Marco Fedi, già deputato eletto al Parlamento italiano nella ripartizione Africa, Asia, Oceania e Antartide.

L’incontro trae spunto dal volume  “Autopsia di un diritto politico: il voto degli italiani al’estero”, a cura dello stesso Battiston e di Stefano Luconi e pubblicato del Centro Altreitalie/Accademia University Press subito dopo le elezioni politiche italiane del marzo 2018, voto in cui forze politiche antisistema e populiste hanno ridisegnato la geografia elettorale italiana.

Nella circoscrizione estero è, in realtà, il transnazionalismo politico a esser stato messo alla prova – si legge nella nota che segnala l’evento, – ovvero la capacità dei cittadini italiani residenti oltre confine di partecipare attivamente alle dinamiche elettorali sia nel Paese d’adozione sia in quello d’origine. L’alto tasso di astensionismo e il primeggiare di formazioni politiche pro-sistema ed europeiste non devono però trarre in inganno. Segnali di cambiamento, dalla composizione del corpo elettorale alle liste dei candidati, si sono registrati anche all’estero.

In Australia il voto degli italiani ha mostrato patterns di continuità col passato, ma al tempo stesso segnali di cambiamento che si sono riscontrati nell’offerta elettorale, nella partecipazione e nelle scelte di voto. Se i risultati elettorali hanno premiato nuovamente il Partito democratico tanto in Australia quanto nella ripartizione, la geografia elettorale fotografa una situazione in controtendenza e l’emergere di nuovi soggetti politici. Si è registrato tuttavia un ulteriore calo dell’affluenza rispetto alle elezioni politiche precedenti. Rimane, quindi, più attuale che mai il punto già sollevato da James Panichi: che cosa possono volere gli elettori italiani all’estero, siano essi di vecchie o di nuove mobilità, dallo Stato italiano?

Nella collettanea sono presentati otto casi di studio, a loro modo rappresentativi della poliedrica realtà della presenza italiana nel mondo, approfondiscono il comportamento di voto, la partecipazione, l’attivismo politico, le tendenze e le controtendenze in altrettanti paesi (Francia, Germania, Regno Unito, Argentina, Brasile, Repubblica Dominicana, Stati Uniti e Australia), offrendo agli analisti delle elezioni del 2018 una indispensabile dimensione interpretativa europea e globale.

Simone Battiston insegna presso il programma d’italianistica (cattedra cofinanziata dalla Fondazione Cassamarca) della Swinburne University of Technology. Si occupa di storia dell’emigrazione italiana in Australia, in particolare dell’esperienza politica e di lavoro. Le sue pubblicazioni comprendono: Immigrants Turned Acvitists (2012), e con Bruno Mascitelli Il voto italiano all’estero (2012) e The Italian Expatriate Vote in Australia (2008).

Francesco Ricatti è Cassamarca Senior Lecturer in Italian Studies presso la Monash University ed è tra i massimi esperti di storia dell’emigrazione italiana in Australia. È promotore di una metodologia della ricerca storica rigorosa ma al tempo stesso multidisciplinare e innovativa. Per Francesco la storia riveste un ruolo pubblico tanto nella società quanto nella politica. Il suo ultimo volume, Italians in Australia: history, memory, identity, è stato pubblicato dalla casa editrice Palgrave nel 2018.

Marco Fedi è emigrato in Australia nel 1983 dove ha lavorato per la Filef di Adelaide fino al 1992. Trasferitosi a Melbourne, è stato responsabile nazionale del Patronato Inca-Cgil fino al 1997. Ha poi diretto il centro multimediale del Coasit fino al 2005. È stato eletto alla Camera dei Deputati per l’Unione-Prodi nella Circoscrizione Estero, ripartizione Africa, Asia, Oceania e Antartide, nel 2006. È stato riconfermato per il Partito Democratico nel 2008 e 2013. Attualmente è vice direttore del Coasit di Melbourne.

L’ingresso all’incontro è libero. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform