direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

A “L’Italia con Voi” l’intervento del direttore dell’Istituto Italiano di Cultura di Toronto, Alessandro Ruggera

RAI ITALIA

 

Ruggera parla delle attività dell’IIC e di come esse siano state adattate al contesto attuale di emergenza sanitaria mondiale

 

ROMA – Il direttore dell’Istituto Italiano di Cultura di Toronto, Alessandro Ruggera è intervenuto in video collegamento all’Anteprima di “l’Italia con Voi”, la trasmissione di Rai Italia dedicata ai connazionali all’estero, per parlare delle attività dell’IIC, che proseguono nonostante il contesto attuale di emergenza sanitaria mondiale.

“Il Canada non è stato colpito quanto l’Italia dal Covid, l’epidemia non è stata così grave e non abbiamo avuto un lockdown totale – spiega Ruggera, segnalando che, nonostante lo staff in telelavoro e la chiusura al pubblico, l’IIC è rimasto operativo: “abbiamo spostato tutti i nostri corsi di lingua online e, sempre online, abbiamo avviato una serie di iniziative per rispondere al nostro pubblico e all’attenzione per le attività dell’istituto”.

Proprio nelle scorse settimane è stata inaugurata la mostra “Majesty”, che ha per protagonisti i designer italiani Chiara Andreatti e Francesco Faccin e la cui idea di fondo è quella di “creare un ponte tra Italia e Canada sul tema della relazione con la natura”. “Abbiamo pensato di trasferire la mostra completamente online ed è stata un’iniziativa che ha avuto una buona risposta sia da parte del pubblico che dalle riviste di settore – spiega il direttore dell’IIC, che sottolinea come “il design italiano è uno temi cui abbiamo dedicato più attenzione negli ultimi anni e che riscuote anche più successo qui in Canada”. Le iniziative online sono comunque organizzate “in attesa di poter tornare a svolgere le nostre consuete attività in presenza – rileva Ruggera, che aggiunge poi come “il mandato dell’IIC sia quello di lavorare in particolare con il pubblico canadese, ma Toronto ha una delle comunità italiane più grandi del mondo” – la stima è di un milione e mezzo di persone di origine italiana presenti in Canada, circa 500 mila nella sola area di Toronto – e quindi “il rapporto con la nostra comunità è molto stretto”. Tale rapporto include sia le “le istituzioni come i Comites, o il Congresso degli Italo-Canadesi, ma anche i tanti italo-canadesi inseriti nelle istituzioni culturali locali, che costituiscono per noi un grande asset, perché – spiega Ruggera – conoscono bene questo Paese ma hanno anche un grande amore per l’Italia e questo ci aiuta anche nell’organizzazione di iniziative congiunte”.

Oltre che sugli aspetti della cultura italiana più “classici”, come l’arte, la musica, l’opera lirica, l’IIC sta lavorando per far conoscere anche il contemporaneo – sottolinea il direttore, – compresa la cultura scientifica – uno degli incontri che hanno riscosso più successo ed interesse in loco è stato quello con l’astronauta italiana Samantha Cristoforetti. Le iniziative online includono inoltre il teatro e una serie di conferenze dedicate al cinquecentenario della morte di Raffaello Sanzio. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform