direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

A “l’Italia con Voi”, il direttore generale per gli Italiani all’estero e le Politiche migratorie del Maeci, Luigi Maria Vignali interviene per ricordare l’appuntamento con il rinnovo dei Comites

ITALIANI ALL’ESTERO

Per partecipare alle elezioni è necessario iscriversi all’elenco degli elettori entro il prossimo 3 novembre

(immagine fonte Rai Italia)

ROMA – A “l’Italia con voi”, la trasmissione di Rai Italia dedicata ai connazionali all’estero, il direttore generale per gli Italiani all’estero e le Politiche migratorie del Maeci, Luigi Maria Vignali, interviene per ricordare l’appuntamento con il rinnovo dei Comites, attraverso le elezioni previste il 3 dicembre prossimo.

“Le elezioni dei Comites sono estremamente importanti perché questi Comitati sono i portavoce degli italiani all’estero, i rappresentanti dei nostri connazionali, e per questo auspichiamo che la partecipazione sia la più ampia possibile – afferma Vignali, segnalando che il Maeci ha curato alcuni video che spiegano le modalità di voto anche in inglese, francese, spagnolo, portoghese e tedesco, “in modo da raggiungere anche quelle comunità che non hanno dimestichezza quotidiana con la nostra lingua, e tutti quelli che sono interessanti a votare e a impegnarsi per queste elezioni”, incluse le seconde e terze generazioni di connazionali all’estero.

“Possono votare gli italiani all’estero che sono iscritti all’Anagrafe dei residenti all’estero (Aire) da almeno 6 mesi rispetto alla data del voto. Per farlo, occorre registrarsi e dimostrare così la propria volontà di voler partecipare o presentandosi direttamente allo sportello consolare oppure, più comodamente e in tempi di pandemia in modo più sicuro, mandando una mail o scrivendo per posta. Anche il portale Fast.it – ricorda Vignali – ha una nuova funzionalità che consente di trasmettere la propria opzione di voto. Si indica che si vuole votare e così si riceverà a casa la busta per poterlo fare”.

“I Comites sono importanti non solo perché rappresentano i connazionali all’estero ma anche perché realizzano progetti per informarli, progetti culturali o anche a sfondo sociale. Durante questo periodo di emergenza sanitaria abbiamo avuto progetti di riqualificazione professionale, per esempio, per chi aveva perso il lavoro, oppure volti ad aiutare i più bisognosi o per la didattica a distanza. I Comites sono dunque organismi rappresentativi che si adoperano per la collettività. Negli ultimi 5 anni – spiega il Direttore generale – abbiamo avuto circa 286 progetti realizzati dai Comites, 86 solamente in questo 2020 così difficile”.

Vignali ricorda infine che la registrazione per ricevere a casa il plico che consente di votare per corrispondenza deve essere fatta entro il prossimo 3 novembre. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform