direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

A “l’Italia con Voi”, il direttore del Piccolo Festival delle Spartenze, Giuseppe Sommario

RAI ITALIA

 

Il direttore si è soffermato su caratteristiche e finalità della rassegna che mette a confronto il vissuto e i racconti dei migranti di ieri con quelli di oggi

 

ROMA – Ospite a “l’Italia con Voi”, la trasmissione di Rai Italia dedicata ai connazionali all’estero, il direttore del Piccolo Festival delle Spartenze, Giuseppe Sommario, si sofferma su questa rassegna itinerante – l’ultima edizione si è svolta tra luglio e agosto – che mette a confronto il vissuto e i racconti dei migranti di ieri con quelli di oggi. “L’idea è nata dalla mia attività di ricerca che da 10 anni mi porta in giro per il mondo ad incontrare e raccogliere le storie dei nostri connazionali – spiega Sommario, sottolineando come l’obiettivo sia quello di raccontare queste storie “a un pubblico più vasto e meno settoriale”. La prima edizione della rassegna è stata realizzata nel 2016, grazie al sostegno dell’associazione calabrese “AsSud”; il titolo si riferisce al fatto che si tratta di un Festival che coinvolge una realtà piccola, “anche se nel tempo si è ampliata, diventando un evento di rilievo nazionale – spiega Sommario, e al significato racchiuso nella parola “spartenze”, ossia, “dividere, separare, che è quello che fa l’emigrazione e implica quindi la frattura fra chi parte e chi resta”. “Ma spartire significa anche condividere, o meglio, separare per riunire ad un livello più profondo ed è proprio questo che intendiamo fare con il Festival, cioè condividere le storie e un pezzo di territorio – spiega il direttore. “La nostra finalità è quindi di contribuire a riportare al centro del dibattito pubblico e mediatico le storie dei migranti e di creare una rete tra chi è partito e chi resta e contribuire a mantenere saldo il rapporto fra le due comunità, sia quando si tratta della prima generazione che dei discendenti – rileva Sommario.

Quest’anno gli eventi non si sono svolti in presenza ma attraverso la rete, una soluzione forzata che ha però offerto l’occasione di raggiungere più spettatori e coinvolgere personalità e italiani da tutto il mondo. Le comunità che più hanno partecipato e seguito il Festival sono quelle argentine e canadesi. (Inform)

 

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform