direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

A Gottinga il Congresso federale dell’Europa-Union: l’intervento di apertura della deputata della circoscrizione Estero-rip. Europa

UNIONE EUROPEA

 

Laura Garavini (Pd): “Lavoro, crescita, sicurezza e comuni politiche migratorie: le parole d’ordine per l’Ue del futuro”

 

GOTTINGA – “L’incoraggiante vittoria di Emmanuel Macron in Francia e i risultati alle politiche in Olanda e in Austria non devono indurci a ritenere che sia scampato il pericolo dei populismi contro l’Europa. Gli oltre undici milioni di voti per Marine Le Pen in Francia e l’incalzare di forze politiche fortemente antieuropeiste in diversi paesi continuano a rappresentare un insidioso pericolo per ogni convinto europeista e per l’intero progetto europeo. Ecco perché non possiamo permetterci di abbassare la guardia. Dobbiamo essere fermi oppositori dei diversi populisti antieuropei, ma al tempo stesso non dobbiamo avere paura di modificare le regole su cui l’Europa si è basata fino ad oggi: ad esempio il funzionamento del fiscal compact, che anziché aiutare i singoli paesi ad uscire dalla crisi globale, ha decretato per numerose nazioni un peggioramento della crisi in atto. Oppure il bilancio dell’Unione Europea, che oltre ad essere più consistente, deve essere gestito da un vero Ministro delle Finanze europeo. Ma anche il surplus commerciale di alcuni paesi, che determina necessariamente danni economici nelle nazioni vicine. E le modifiche vanno apportate puntando su quattro priorità: lavoro, crescita, sicurezza e politiche migratorie comuni”. Lo ha affermato, nel suo intervento di apertura al Congresso federale dell’Europa-Union a Gottinga, Laura Garavini, deputata eletta nella circoscrizione Estero-rip. Europa e componente della Presidenza del Pd alla Camera. Intervento a cui ha fatto seguito la riflessione del vice ministro federale agli Affari Europei Michael Roth, che ha riconosciuto l’esigenza di aggiornare le regole comuni, per il bene dell’Europa, anche rispetto al consistente surplus commerciale di paesi come la Germania.

La deputata Pd ha aggiunto: “Sono fortemente convinta che se diamo vita a una politica europea più vicina ai problemi della gente, allora indurremo nuovamente i cittadini a guardare con speranza e fiducia al futuro”. (Inform)

 

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform