direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

La vice ministra agli Esteri Marina Sereni risponde ad un’interrogazione della deputata Fucsia FitzGerald Nissoli (Fi, ripartizione America settentrionale e centrale) sul potenziamento della rete diplomatico-consolare

CAMERA DEI DEPUTATI

In Commissione Esteri

 

Al termine dei concorsi in via di svolgimento e programmati è previsto un incremento del 25% del personale di ruolo del Maeci, che dovrebbe raggiungere la quota complessiva di 4.438 unità. 2.920 unità è il numero del personale a contratto, di cui si auspica allo stesso modo l’incremento

 

ROMA – La vice ministra agli Esteri Marina Sereni ha risposto in Commissione Esteri alla Camera dei deputato ad un’interrogazione sul potenziamento della rete diplomatico-consolare presentata da Fucsia FitzGerald Nissoli (Fi, ripartizione America settentrionale e centrale).

Nissoli chiede in particolare quali programmi si intendano predisporre per “rafforzare le potenzialità della rete estera del Ministero, per migliorare i servizi ai connazionali e per sostenere l’internazionalizzazione, incrementando le risorse umane, sia di ruolo che a contratto, valorizzandone l’operatività in sicurezza”. Nell’interrogazione si segnalano infatti problemi amministrativi causati dalla penuria di personale.

Sereni anticipa in premessa come il rafforzamento della rete debba avvenire “con personale di tutte le categorie e con riferimento all’intera sfera di attività, dalla cura dei rapporti politici alla promozione economico-commerciale, passando per i servizi ai connazionali e i rapporti culturali”.

“Il personale di ruolo della Farnesina è oggi composto da 3.557 unità, di cui 1.062 tra diplomatici e dirigenti e 2.495 qualifiche funzionali – rileva la Vice Ministra, ricordando anche che “dopo la conclusione dei concorsi in fase di svolgimento, ovvero quelli per Terze Aree e diplomatici, e dei concorsi programmati – per informatici e Seconde Aree, – l’organico dovrebbe aumentare di circa 880 unità: 32 diplomatici, circa 260 Terze Aree, 27 funzionari informatici e 200 Seconde Aree”. “Il personale di ruolo dovrebbe quindi raggiungere le 4.438 unità, con un aumento di quasi il 25 per cento, un incremento molto significativo e il primo di questa entità da lungo tempo – sottolinea Sereni, pur ammettendo che esso “compenserà solo parzialmente la riduzione di personale sofferta negli ultimi anni”.

“Questo sforzo va ad aggiungersi, nell’organico di Ambasciate e Consolati, alle 2.920 unità di personale a contratto. La Farnesina ritiene assolutamente essenziale il loro contributo all’efficienza della rete di Uffici all’estero. Per questo abbiamo sempre posto la massima attenzione alle problematiche da loro rappresentate – ribadisce la Vice Ministro, ricordando a testimonianza di ciò le “reiterate richieste di aumento del contingente presentate negli ultimi anni, in occasione della predisposizione della legge di bilancio o per ragioni particolari, come nel caso della Brexit”. “La Farnesina rimane pronta a dialogare con il Parlamento in vista di ulteriori incrementi, al fine di continuare a sostenere l’internazionalizzazione delle imprese e migliorare i servizi ai connazionali. Fattori quali lo sblocco del turnover, i concorsi in via di finalizzazione e di prossimo bando e le recenti autorizzazioni all’incremento del personale a contratto dovrebbero consentire, nei prossimi due anni, di coprire parte dei posti attualmente vacanti all’estero richiamati dall’interrogante – osserva Sereni, che ritiene comunque opportuno “definire un ulteriore piano di assunzioni per i prossimi anni” per “dare continuità al graduale «ripopolamento» degli organici del personale di ruolo, ad un livello adeguato al peso e alla presenza dell’Italia nel mondo”.

“Gli obiettivi principali sono di consentire una sempre più efficiente erogazione di servizi ai connazionali e di intensificare la nostra attività a favore dell’internazionalizzazione del sistema produttivo. L’obiettivo di incrementare il numero di presenze all’estero del personale di ruolo non potrà essere realizzato in assenza di un adeguato rifinanziamento del Capitolo 1276, relativo al trattamento economico percepito fuori dal Paese – rileva la Vice Ministra, che sottolinea come “a causa dell’aumento del costo della vita, in particolare degli affitti, e del peggioramento dei fattori di rischio e disagio dovuto al sensibile deterioramento della congiuntura internazionale, in un numero crescente di Sedi le indennità versate risultano insufficienti a garantire pur limitati incentivi economici, a compensazione dei disagi, personali e familiari, derivanti da un prolungato trasferimento all’estero”. Per Sereni è dunque “improcrastinabile una revisione dei coefficienti relativi al costo, al rischio e al disagio”.

“Per potenziare i servizi consolari, a maggio la Farnesina ha avviato un progetto che consente al personale in servizio presso 25 tra Ambasciate e Consolati, a favore di un bacino di circa un milione e mezzo di residenti, di accedere da remoto ai principali portali informatici – ricorda infine Sereni, segnalando come tale progetto sia in corso di ampliamento in queste settimane “in modo da arrivare a coprire ulteriori Uffici all’estero e raggiungere un bacino di circa 2 milioni di residenti, con benefici immediati anche per gli imprenditori impegnati nell’internazionalizzazione delle nostre imprese”.

In sede di replica, Nissoli si dichiara soddisfatta della risposta e auspica che “gli sforzi messi in atto siano proporzionali all’impegno che l’Esecutivo ha assunto con la sottoscrizione del Patto per l’export, che per la sua concreta attuazione richiede un deciso potenziamento dell’organico del Maeci, con personale sia di ruolo sia a contratto”. Nissoli ribadisce come “la promozione del Made in Italy è uno strumento essenziale per valorizzare le comunità di italiani all’estero e per supportare le imprese – in particolare le PMI – che si affacciano sui mercati internazionali”. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform