direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Sottosegretario Merlo: Puntare all’efficienza e all’aumento del personale nei consolati. Stiamo lavorando anche per cambiare le modalità di voto all’estero

CONFERENZA DEI CONSOLI ITALIANI NEL MONDO

 

ROMA – Ricardo Merlo, Sottosegretario agli Esteri con delega agli italiani nel mondo, ha affrontato brevemente con la stampa, al margine della Conferenza dei Consoli  Italiani nel Mondo svoltasi alla Farnesina alcune delle questioni relative  ai connazionali all’estero. “Ribadisco la necessità di una conferenza dei consoli italiani nel mondo ogni tre anni, come ha proposto il Ministro degli Esteri, perché i consolati sono uno strumento fondamentale. Sappiamo delle difficoltà degli italiani all’estero, anche sul fronte dell’aumento delle richieste della cittadinanza, e dobbiamo arrivare a quell’efficienza di cui parlava il Ministro Moavero Milanesi: dobbiamo superare anche le discriminazioni di cui risentono queste nuove forme di mobilità. Un cittadino italiano che si trova all’estero, quando arriva al Consolato, deve avere la sensazione di sentirsi a casa”, ha commentato Merlo esprimendo sintonia con la linea adottata dalla Farnesina.

Proposte, idee e novità nell’aria ci sono, come già è noto, anche sulla questione del voto all’estero. “Questo Cgie sta lavorando sulla questione del voto all’estero e a novembre farà una proposta per cambiare la modalità del voto; poi avremo anche un’iniziativa di tipo parlamentare. Il tutto dovrà essere finalizzato a un cambiamento: dobbiamo far votare, chi vuol votare, in maniera efficiente ed efficace”, ha evidenziato Merlo proponendo tre idee. Queste riguardano anzitutto una registrazione per votare; quindi l’eventualità di arrivare al voto elettronico, da rendere però sicuro al 100%, e infine la possibilità di effettuare lo spoglio delle schede provenienti dall’estero in quattro luoghi diversi, scelti tra quattro grandi città italiane.

Il Sottosegretario Merlo, anche per il suo rapporto particolare con il Sudamerica, è stato invitato a commentare la ‘notizia del momento’, ossia l’elezione di Jair Bolsonaro in Brasile. “Non ho mai visto Bolsonaro, non faccio alcuna valutazione e sono rispettoso del popolo brasiliano che ha eletto il proprio Presidente: vediamo comunque cosa farà”. Si è infine soffermato sulla questione dell’iscrizione all’Aire da parte degli italiani all’estero. “Ci sono tanti italiani che non si iscrivono all’Aire: la quantità delle persone registrate è minore di quella che poi usufruisce effettivamente dei servizi consolari. Quindi dobbiamo organizzarci per arrivare a una maggiore efficienza e all’aumento del personale, a contratto e di ruolo. Sono d’accordo con la volontà del Ministro di aprire il Ministero per far entrare giovani validi nella nostra pubblica amministrazione. Quello che posso dire è che ora c’è una politica per gli italiani all’estero”, ha commentato Merlo. Per restare sulle problematiche dell’iscrizione all’Aire, abbiamo chiesto al Senatore se ci saranno novità sulla cosiddetta ‘legge per il controesodo’ e sul superamento delle controversie burocratiche nelle agevolazioni fiscali rispetto a chi non risulta iscritto all’Aire. “Dovremo valutare caso per caso: è una situazione che riguarda tanti lavoratori”, è stato il commento del Sottosegretario Merlo. (Simone Sperduto-Inform)

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail
Powered by WordPress | Designed by Elegant Themes