direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

“Mother Cabrini”, proiettato alla Camera il film dedicato alla figura di Santa Francesca Cabrini

EMIGRAZIONE ITALIANA NELLE AMERICHE

ROMA – E’ stato proiettato alla Camera dei deputati il film “Mother Cabrini” di Daniela Gurrieri, dedicato alla figura di Santa Francesca Cabrini: la missionaria che si distinse in opere caritatevoli, tra la fine dell’800 e gli inizi del ‘900, accompagnando gli emigrati italiani nelle Americhe. L’evento è stato promosso dal deputato Maurizio Lupi, proprio nella settimana in cui si celebra la Giornata mondiale del migrante e del rifugiato. “E’ un tema importante e sempre attuale, quello dei fenomeni migratori, nella misura in cui sta cambiando radicalmente l’Occidente e l’Oriente: per questa ragione ho ritenuto che fosse necessario un momento d’incontro e di riflessione. Più che di parole, però, abbiamo bisogno di segni e di testimonianze concrete, come l’esempio che ci viene offerto dalla figura di Madre Cabrini”, ha commentato proprio Maurizio Lupi spiegando le ragioni di questa iniziativa. “Sono stato molto colpito dalle parole di Papa Francesco su Madre Cabrini – ha aggiunto Lupi – che ha sottolineato come la stessa avesse compreso la necessità di trattare l’emigrazione non come un fenomeno temporaneo ma come l’emergere di una nuova epoca storica, segnata dallo spostamento di masse ingenti attraverso i moderni mezzi di trasporto e comunicazione. Quello di Madre Cabrini può essere definito come un quotidiano eroismo, coniugando carità e giustizia, sempre nel rispetto delle radici religiose proprie e altrui”, ha evidenziato Lupi.

“La figura di Santa Francesca Cabrini ha un forte valore simbolico, non solo per i cattolici, in quanto patrona dei migranti. Alcuni aspetti della sua opera sono di grande attualità”, ha affermato il Presidente della Camera Roberto Fico ricordando il particolare contesto storico in cui operò Madre Cabrini: all’epoca la migrazione italiana verso gli Usa toccò i 4 milioni di individui mentre ulteriori 5 milioni di italiani si diressero verso l’America Latina, lasciandosi alle spalle la miseria e la fame. “Dopo aver attraversato l’Oceano, spesso gli impieghi erano massacranti e migliaia di orfani venivano abbandonati a se stessi: gli italiani erano considerati gente indesiderata ed erano vittima di stereotipi di ogni tipo. Eravamo etichettati come criminali e mafiosi non integrabili nella società americana. Spesso, oggi, davanti ai fenomeni migratori altrui dimentichiamo quelle storie”, ha aggiunto Fico sottolineando l’altra grande attualità del messaggio di Madre Cabrini: quello legato allo strumento indispensabile della scolarizzazione per un’integrazione graduale nella società ospitante. “Non c’è integrazione senza accesso al sistema scolastico”, ha ammonito il Presidente Fico.

Daniela Gurrieri, regista del film su Madre Cabrini, si è detta “colpita dal suo modo di essere donna alla fine dell’800, con una grande dignità frutto più di affermazione che non di semplice rivendicazione”. Dunque è stata sottolineata la forza personale che la Santa ha saputo esprimere con carità enorme stando al fianco degli emigrati italiani. Infine Monsignor Rino Fisichella, Presidente del Pontificio Consiglio per la promozione della nuova evangelizzazione, ha rimarcato proprio questo suo essere grande donna e grande Santa. “Ha vissuto un rapporto con Dio in modo intenso ma anche con molta laicità. Voleva andare in Cina come missionaria ma venne inviata in America insieme a un gruppo di suore. Qui gli italiani erano trattati come schiavi: partendo da questa constatazione, lei donò tutta la sua vita a quegli emigrati dapprima negli Usa e poi anche in Nicaragua e in Argentina. Voleva che gli italiani imparassero la lingua del posto in cui approdavano e fu promotrice di importanti opere di alfabetizzazione. Visse in prima persona persino il dramma del naufragio: anche per questo la figura di Madre Cabrini è sempre molto attuale”, ha evidenziato Fisichella. (Simone Sperduto/Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform/a> | Designed by ComunicazioneInform