direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Alla Sala Zuccari un evento dedicato al partenariato strategico tra Italia e Azerbaigian

SENATO DELLA REPUBBLICA

L’intervento della presidente Maria Elisabetta Alberti Casellati all’iniziativa organizzata in occasione del centesimo anniversario dell’indipendenza della Repubblica democratica dell’Azerbaigian

 

ROMA – Si è svolto presso la Sala Zuccari del Senato della Repubblica un evento dedicato al partenariato strategico tra Italia e Azerbaigian organizzato in occasione del centesimo anniversario dell’indipendenza della Repubblica democratica dell’Azerbaigian.

Ad introdurre l’incontro la presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati che ha ricordato come, 100 anni fa, alle prime elezioni per il Parlamento di quella nuova Repubblica – a suffragio universale – parteciparono anche le donne: “L’Azerbaigian – sottolinea Casellati – fu il primo paese musulmano a garantire un simile diritto nel contesto di una democrazia parlamentare, pluralista, che rappresenta un autentico modello nella storia di quella regione”.

“Nel Parlamento azerbaigiano in particolare – ricorda Casellati – fu garantita una piena rappresentanza alle minoranze: armena, russa, ebraica, georgiana, tedesca e polacca. Furono scelte lungimiranti, realizzate poi in un’epoca complessa a cavallo dei due grandi conflitti mondiali, che hanno segnato la storia delle istituzioni azerbaigiane”. La presidente del Senato ritiene pertanto “importante ricordare e celebrare quelle scelte e questa tradizione di apertura al dialogo, essenziali per garantire il rispetto di quei diritti fondamentali che sono alla base dello sviluppo e del progresso delle nostre società”.

“Celebriamo poi la nascita di quella repubblica, che purtroppo ebbe una breve vita, consapevoli dei profondi e antichi legami che segnano le storie dei nostri paesi – sottolinea Casellati, auspicando per essi un’ulteriore “deciso salto di qualità”.

“Oggi più che mai, di fronte all’impetuoso modificarsi degli equilibri mondiali, i paesi del Caucaso influenzano in maniera cruciale la vita e lo sviluppo della regione mediterranea da un punto di vista politico ed economico. Gli storici legami di amicizia tra i nostri paesi, che non si sono mai spezzati, possono e devono essere il fondamento di un rapporto privilegiato. Vi è un’oggettiva complementarietà tra le due nostre economie – sottolinea Casellati: – l’Italia è il primo importatore di energia dall’Azerbaigian e vuole svolgere oggi un ruolo cruciale nello sviluppo del sistema economico di quel paese accompagnandolo in uno sforzo di diversificazione e in particolare nello sviluppo di una maggior capacità di trasformazione degli idrocarburi. Auspico in particolare una maggiore presenza delle imprese italiane in Azerbaigian, che pure hanno mostrato dinamismo e grandi capacità realizzative”.

La presidente del Senato rileva poi l’importanza dello sviluppo di “reti e infrastrutture che permettano a paesi come l’Italia e più in generale all’Europa di diversificare i propri approvvigionamenti, aumentare la sicurezza delle forniture e ridurre i costi”, e quindi del “completamento degli investimenti nel corridoio meridionale per assicurare uno sviluppo delle reti energetiche europee e ridurre la dipendenza da forniture tradizionali”. “Lo sviluppo di queste reti, oltre che uno strumento di sviluppo economico, è anche una fisica rappresentazione del legame che si deve rafforzare tra i nostri due paesi. Un legame economico, ma anche e soprattutto culturale – aggiunge Casellati, rimarcando la centralità dello scambio tra i giovani e “dell’interesse reciproco che si sta sviluppando sempre di più tra le nostre università e gli istituti di cultura”.

“Le sfide alla sicurezza e allo sviluppo rappresentate in particolare dal terrorismo e dall’estremismo vedono nel dialogo e nel rafforzamento dei rapporti tra i nostri paesi e tra i nostri popoli un argine che giudico molto importante. Ponte tra est e ovest, partner essenziale dell’Unione europea, storico amico dell’Italia, l’Azerbaigian, forte della sua tradizione laica, multietnica e multireligiosa può e deve svolgere un ruolo da protagonista – afferma ancora la presidente del Senato che riprende poi le parole del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, nella sua recente visita a Baku, su come la “nutrita schiera di studenti azerbaigiani in Italia, da un lato, e la presenza qui di una qualificata e operosa comunità italiana” costituiscano “il miglior investimento dei nostri Paesi per la crescita delle relazioni bilaterali”. “Spero che i lavori di questo nostro incontro, anche grazie al ruolo storicamente svolto dai parlamentari membri dell’Associazione di amicizia Italia-Azerbaigian, possano fornire un contributo al dialogo e ad un ulteriore rafforzamento dei rapporti tra i nostri due paesi – conclude Casellati. (Inform)

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail
Powered by WordPress | Designed by Elegant Themes