direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Referendum costituzionale, Prc-Se impegnati all’estero a sostegno del No

PARTITI

 

Referendum costituzionale: i militanti di Prc-Se impegnati all’estero e in Italia a sostegno  delle ragioni del No. “Lo stiamo facendo partecipando e promuovendo i comitati unitari nati un po’ in tutta Europa e presto anche in America Latina – si legge in comunicato della Federazione Estero rilanciato dal circolo di Bruxelles – “Crediamo che questo sia il momento per cercare di realizzare il massimo di unità con le altre forze politiche, sociali e associative che sostengono le ragioni del No, lasciando da parte momentaneamente gli argomenti politici che ci dividono”.

Perché No alla riforma? Perché secondo Prc-Se “il bicameralismo non viene eliminato”, la riforma “non semplifica” l’iter di approvazione delle leggi , “non sono chiare le competenze tra Camera e nuovo Senato”, la riforma “non riduce significativamente i costi della politica”, “toglie competenze alle regioni accentrandole sul governo” e “non  migliora la stabilità dei governi” .

“Il miglior modo di fare progredire l’Italia e migliorare la vita di tutti i suoi cittadini rimane quello di attuare finalmente tutti i principi enunciati nella Costituzione”, rimarca Prc-Se auspicando che “i cittadini italiani all’estero diranno No” alla riforma. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform