direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Progetto Chernobyl, bambini bielorussi in Sardegna per il Natale

SOLIDARIETA’

Ospiti di famiglie aderenti all’Associazione Cittadini del Mondo di Cagliari

 

Ad accoglierli all’aeroporto di Cagliari  il console onorario della Repubblica Belarus Giuseppe Carboni

 

CAGLIARI – Domani 17 dicembre arriveranno  a Cagliari i bambini bielorussi ospiti del Progetto Chernobyl Natale 2014. Una tradizione che si ripete ormai da oltre 20 anni, anche quest’anno un gruppo di bambini bielorussi trascorrerà le festività invernali in Sardegna nell’ambito del Progetto Chernobyl, grazie alla solidarietà delle famiglie aderenti all’Associazione Cittadini del Mondo Onlus di Cagliari. L’appuntamento per l’accoglienza dei bambini  è alle ore 16.15 presso la sala arrivi dell’Aeroporto di Elmas -Cagliari .I piccoli ospiti rientreranno in patria il prossimo 16 gennaio.Un altro gruppo di bambini arriverà invece il 23 dicembre con arrivo alle ore 16.15  per ripartire poi il 7 gennaio  il Progetto ridotto Natale di 15 giorni è rivolto, principalmente, a quei bambini/e che non possono perdere preziose  lezioni utili per la preparazione degli esami di fine corso e che possono quindi essere ospitati solo nei giorni di vacanza scolastica.

In rappresentanza delle autorità bielorusse sarà presente in aeroporto il console onorario della Repubblica Belarus in Sardegna Giuseppe Carboni il quale rinnoverà alle famiglie il profondo ringraziamento per il loro impegno a favore dell’infanzia bielorussa.

Durante il soggiorno l’Associazione Cittadini del Mondo Onlus organizzerà alcune attività di aggregazione rivolte ai bambini e alle famiglie accoglienti.

Il coordinatore Progetti Chernobyl Carlo Altea spiega che un mese di permanenza lontano dalle zone contaminate con una dieta ricca di proteine e vitamine consente di eliminare fra il 50% e il 70% degli isotopi radioattivi, con particolare riferimento al cesio 137 che si accumula dell’organismo dei bambini, frutto velenoso e  ancora oggi attuale del Disastro alla Centrale Nucleare di Chernobyl che pur trovandosi in Ucraina ha riversato in Bielorussia oltre i 2/3 terzi del materiale radioattivo fuoriuscito. (Chernobyl si trova a soli 5 chilometri dalla frontiera Bielorussia, il giorno dell’incidente i venti soffiavano in direzione del territorio bielorusso). (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform