direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

“Parole e musica a San Martino”

MOLISE

Il 30 agosto  a Bojano

 

BOJANO (Campobasso) – Poesie, parole, musiche, ricordi, emozioni per sottolineare la bellezza dell’animo umano, nell’ambito di Molise Noblesse, il Movimento per la Grande Bellezza ed e-Movo Mirr or Art, sorto laddove si stendeva l’antica capitale dei Sanniti Pentri. E’ questo il senso di “Parole e Musica a San Martino”, un convivio a Bojano che vedrà la partecipazione di poeti da tutto il Molise per una serata tributo in onore del compianto presidente della Pro Loco, Modesto Zaccaro, pilota d’aereo, oltre che scrittore, articolista e punto di riferimento della cultura popolare. A 25 anni dalla prima edizione della manifestazione “Pietrecadute Poesia e Musica”, da lui inaugurata proprio il 30 agosto, del 1994, su iniziativa del Centro Studi Agorà e del quotidiano internazionale Un  Mondo d’Italiani diretto da Mina Cappussi, la disfida poetica, con musica dal vivo, testi classici, in vernacolo, in lingua, contemporanei e di sperimentazione linguistica, nella suggestiva via San Martino, nel cuore del centro storico della città, che si diparte in salita e su gradoni, da corso Umberto I, l’antico tratturo Pescasseroli Candela, conosciuto come il “Vico per Dentro”.

Venerdì 30 agosto , a partire dalle 19.30 a Bojano, in via San Martino, la kermesse culturale nel solco di Turismo e Cultura, Patto per lo Sviluppo del Molise.

Poesia e non solo, per dare voce alle emozioni più profonde. Con alcune simpatiche novità. “Trica e venga bona”, per esempio, è una espressione dialettale desueta, un augurio che sta a significare “Aspetta pure con fiducia, anche se ritardasse, ti andrà bene!”. Ed è il titolo della commedia scritta da Alessio Spina, che, all’epoca in cui nasceva  l’Università del Molise, era il 14 agosto 1982, ha immaginato le vicende di una famiglia in cui sono ospitati studenti universitari, nel contesto cittadino bojanese. Una scena della commedia, in anteprima assoluta, sarà presentata nella stessa serata. Ancora in esclusiva la poesia “Alle venditrici di origano”, sarà presentata da Lucia Buttino in abito tradizionale di Campochiaro. C’è poi la sezione di Sperimentazione linguistica, con Mina Cappussi (Requiem musca) e il giovane Giuseppe Marro (Dolci Demoni). Il programma prevede due parti più propriamente poetiche, la sezione Memoria, dedicata ai versi di poeti che non sono più con noi. Per la sezione Storia Patria, i versi di Berengario Amorosa, “O Pentro Guerriero” recitati da Alessio Spina, composti e presentati in occasione dell’inaugurazione del Monumento ai Caduti il 24 maggio 1922. I versi saranno sottolineati e intercalati da brani musicali

Presentata da Mina Cappussi e Maurizio Varriano, la manifestazione si aprirà con un ricordo di Modesto Zaccaro a cura di Mina Cappussi, Claudia Patricelli, Costantino Pietrangelo e vedrà la presenza di numerosi poeti. A chiusura consegna degli attestati di partecipazione per poeti, dicitori, presentatori e della targa commemorativa alla famiglia di Modesto Zaccaro, nelle mani della moglie, Mariantonietta Ferri e della figlia, Georgia Zaccaro.

L’evento è organizzato da Centro Studi Agorà – Un Mondo d’Italiani, in collaborazione con diversi  partner tra cui Casa Molise, Aitef Onlus (Associazione Italiana Tutela Emigrati e Famiglie); Asmef; Aiccre Puglia, Attraverso il Molise, Servizio Civile Universale, Comune di Macchia d’Isernia, Comune di Fornelli, Comune di Campodipietra; Comune di Cerro al Volturno; Comune di Limosano; Molise Avventura, Borghi d’Eccellenza, Corredor Productivo (Argentina); Molise Club Melburne (Australia); Società Bagnolese Vancouver (Canada); Museo Diocesano Bisceglie, Trani, Barletta; Associazione ‘’Il Tratturo’’ Campodipietra; Pro Loco Cerrese 1982. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform