direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Open Day al sito archeologico maltese di Tas Silg

EVENTI

Domenica 24 novembre alle ore 11 la visita guidata in italiano curata dai membri della Missione  Archeologica italiana

LA VALLETTA – In programma domenica 24 novembre un Open Day presso il sito archeologico maltese di Tas Silg, nel cui ambito si terranno visite guidate in italiano da parte dei membri della Missione  Archeologica italiana eccezionalmente presenti a Malta per l’occasione. La visita in lingua italiana – segnala l’Ambasciata d’Italia  – sarà alle ore 11.

La Missione Archeologica Italiana a Malta è oggi costituita dalle Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, Sapienza di Roma, di Foggia e del Salento. Le prime indagini, fra il 1963 e il 1970, riguardarono i siti di Tas-Silġ e di S. Pawl Milqi a Malta e, nell’isola di Gozo, il promontorio di Ras-il-Wardija.

Dopo un’interruzione le attività di scavo ripresero a Tas-Silg dal 1995 fino al 2011. Nel sito è stato portato alla luce un complesso megalitico del Neolitico tardo (III millennio a.C.) che venne occupato durante tutta l’età del Bronzo (II millennio a.C.). In epoca fenicio-punica (VIII-II sec. a.C.) il complesso originale fu trasformato nel santuario di Astarte e poi, in epoca romana repubblicana (fine II-I sec. a.C.), nel famoso santuario di Hera-Giunone.

In epoca bizantina il santuario fu ancora trasformato in un luogo di culto cristiano. Le attività di studio della Missione, sostenute dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, continuano sempre nel quadro della collaborazione con la Superintendence of Cultural Heritage e con Heritage Malta. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform/a> | Designed by ComunicazioneInform