direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Online fino al 7 marzo la mostra documentale “1938-1945: la persecuzione degli ebrei in Italia”

INTERNO

L’iniziativa è segnalata dalla Direzione centrale degli Affari dei Culti e per l’Amministrazione del Fondo Edifici di culto del Dipartimento per le Libertà civili e l’Immigrazione del Ministero dell’Interno

ROMA – È visitabile in modalità virtuale fino al prossimo 7 marzo, on line sul sito del Centro di Documentazione Ebraica Contemporanea (Cdec), la mostra “1938-1945: la persecuzione degli ebrei in Italia. Documenti per una storia”, realizzata dal Centro in collaborazione con la Prefettura, il Comune di Rimini, l’Istituto per la Storia della Resistenza e dell’Italia Contemporanea della provincia di Rimini, il Ministero per i Beni e le Attività culturali e per il Turismo (Mibact), e le scuole del territorio.

Il Comitato di coordinamento per le celebrazioni in ricordo della Shoah costituito presso la Presidenza del Consiglio dei ministri, ha infatti individuato, in accordo con la Comunità ebraica, Rimini come città della Memoria 2021, e quindi sede della mostra nel 2021. Rimini, oltre ad aver ottenuto la medaglia d’oro al valore civile per il suo contributo alla Liberazione dal nazifascismo, vanta infatti una lunga tradizione di studi sulla Shoah.

La mostra documentale sulla persecuzione degli ebrei in Italia, organizzata in collaborazione anche con l’Associazione nazionale Partigiani d’Italia (Anpi)-Sezione di Rimini e con l’Associazione nazionale vittime civili di guerra, sarà integrata da un percorso espositivo online di storia locale, “La persecuzione antiebraica nel riminese e nell’entroterra, 1938 – 1944”, a cura dell’Istituto storico di Rimini, che sarà presentato on line su Zoom il 12 febbraio.

Il Giorno della memoria è un percorso di sensibilizzazione che si sviluppa nel tempo non solo con la possibilità di esplorare i percorsi espositivi on line, in un periodo ancora segnato dall’emergenza sanitaria Covid-19, ma anche con una serie di altre iniziative segnalate dalla Direzione centrale degli Affari dei Culti e per l’Amministrazione del Fondo Edifici di culto del dipartimento per le Libertà civili e l’Immigrazione del Ministero dell’Interno, che è componente del Comitato di coordinamento governativo.

Un percorso avviato a Rimini il 26 gennaio con il convegno “La Shoah in Italia: vittime, carnefici e salvatori – Conoscere la storia per educare alla responsabilità individuale nel presente” trasmesso anche in diretta streaming dal Teatro Galli. Alla giornata di approfondimento, aperta a studenti, insegnanti e cittadini interessati, e conclusa dal capo del dipartimento Libertà civili e Immigrazione Michele di Bari, hanno partecipato tra gli altri il prefetto di Rimini Giuseppe Forlenza, il direttore centrale degli Affari dei Culti e per l’Amministrazione del Fondo Edifici di culto Alessandra Camporota, il presidente del consiglio comunale di Rimini e il direttore della Fondazione Cdec di Milano. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform