direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Oggi alla Farnesina tutti i Capi delle Unità di Crisi europee

UNIONE EUROPEA

Quella italiana è la prima Presidenza di turno che riunisce i Capi-struttura dei 28 Paesi Uei

 

ROMA – L’Unità di Crisi della Farnesina ospita oggi i capi delle omologhe strutture dei 28 Paesi membri dell’UE e funzionari del Servizio Europea di Azione Esterna e della Commissione UE. Si inaugura così un percorso per facilitare lo scambio di informazioni tra i Paesi membri per prevenire o ridurre i rischi alla sicurezza dei propri cittadini nelle situazioni di rischio sempre più globali e trasversali.

E’ la prima volta che una Presidenza di turno del Consiglio dell’UE riunisce i Capi delle Unità di Crisi europee, insieme alle Istituzioni di Bruxelles, per definire risposte sempre più coordinate e integrate da parte dei 28 nell’affrontare le sfide poste alla sicurezza dei cittadini UE dalle crescenti situazioni di emergenza nel mondo.

Coordinamento, armonizzazione procedure e ricerca standard operativi concordati

Scopo della riunione è quello di individuare degli standard comuni per fornire informazioni ai viaggiatori (imprenditori, operatori umanitari, cooperanti, turisti), fornire assistenza e gestire le crisi che vedono coinvolti cittadini europei con procedure quanto più possibile predefinite e coordinate.

Attraverso un sistema informatizzato gestito a Bruxelles e alimentato dalle 28 Unità di Crisi, ogni Paese membro potrà condividere in tempo reale con gli altri Paesi informazioni sulle diverse aree del mondo e formulare specifiche avvertenze di sicurezza a favore dei propri connazionali. Uno scambio continuo che, oltre ad incrementare la consapevolezza di chi viaggia o si trova all’estero sui fattori di rischio nei Paesi visitati, faciliterà un’azione coordinata da parte europea nelle situazioni di emergenza.

Coordinamento, armonizzazione delle procedure e ricerca di standard operativi concordati, condivisi e comuni nella gestione delle crisi consentiranno di erogare servizi più efficienti a favore dei cittadini UE in termini di informazione, allerta e sicurezza in caso di coinvolgimento in eventi critici come terrorismo internazionale, tensioni socio-politiche, calamità naturali, pandemie.  (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform