direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Natale per davvero nel “Messaggero dei Ragazzi” di dicembre

EDITORIA

Il racconto originale di Maria Segato; il presepe tra arte, storia e fai-da-te; “Space Life” e “Merlino”, due nuovi fumetti in esclusiva per il MeRa; la vedova dell’ambasciatore Attanasio continua la missione del marito per i poveri della Repubblica Democratica del Congo; l’inchiesta sulla “perfetta letizia”

PADOVA – Ormai prossimi al Natale, a dicembre, il “Messaggero dei Ragazzi”, “fresco” della consegna del Premio Nazionale “Città di Chiavari” come miglior rivista per adolescenti nella categoria 12-15 anni, offre diversi spunti per riflettere e per rilassarsi durante le vacanze. Tra questi, nella rubrica Incredibile intitolata “Con Gesù tra le braccia” fra Simplicio spiega cosa san Francesco e sant’Antonio hanno da dirci sulla nascita di Gesù, dal senso della povertà del Natale per il primo alla bontà del Bambino per il secondo.

Da non perdere il bel racconto “Occhi di libertà” scritto in esclusiva per il MeRa da Maria Segato. Una storia che fa riflettere sul vero senso del Natale perché, come dice uno dei protagonisti: “Natale è ricordarti che sei amato, sempre, nonostante tutto. Anche se il mondo va per la sua strada impazzita, anche se si fa il male, c’è un amore che torna sempre”.

Mattia Tridello con “Il Presepe che idea geniale” racconta come e da chi è nata questa tradizione e le sue diverse rappresentazioni nell’arte. Dall’invenzione di san Francesco nel 1223 a Greccio (Rieti) all’affresco di Giotto in Basilica superiore di Assisi oltre 70 anni dopo, fino al primo presepe in miniatura dello scultore Arnolfo di Cambio nel 1290-91. Nell’articolo si spiega inoltre come costruire un presepe un po’ speciale con colla, sughero e materiali di recupero.

In “Ambasciatore di pace” Laura Pisanello ripercorre le vicende di Luca Attanasio, assassinato nel 2021 in un agguato insieme al carabiniere Vittorio Iacovacci e all’autista Mustapha Milambo mentre erano al seguito di un convoglio del Programma alimentare mondiale dell’Onu, nella Repubblica Democratica del Congo. Di questo ambasciatore speciale, che lavorava per “non lasciare indietro nessuno”, ne parla la moglie Zakia Seddiki che, andando oltre al suo dolore, continua la missione del marito con la Fondazione Mama Sofia per supportare nel Paese africano mamme e bambini in difficoltà.

Nell’inchiesta “Quasi sempre perfetta ma non troppo” di Davide Penello un gruppo di studenti tra i 15 e i 16 anni si confrontano sulla virtù che san Francesco amava chiamare «perfetta letizia».

Grandi novità infine sul versante fumetti, visto che nel numero di dicembre ne partono addirittura due di nuovi: “Space Life” e “Merlino”. Il primo, sceneggiato da Davide Stefanato e disegnato da Francesco Frosi con colore di Stefania Miola, è una serie prodotta per il MeRa con puntate auto-concludenti. Ambientata nell’anno 2345 post Covid, racconta le vicende di una famiglia catapultata nello spazio e finita nel pianeta di Outopia, dove i protagonisti, i due fratelli Dave e Stella, frequenteranno una scuola piena di alieni.

Il secondo, di Clement e Maurel della casa editrice francese Delcourt, è pubblicato in esclusiva per l’Italia dal «Messaggero dei Ragazzi» e tradotto da Luisa Varotto. Fa parte della collana “I racconti dei cuori perduti” che tratta storie di buoni sentimenti e problematiche affettive dei ragazzi, come quella di “Io, Dracula” già presentata dal mensile lo scorso anno. Il protagonista, in questo caso, è Merlino, un adolescente “alle prese con la sua età”, che tra i suoi amici conta una coppia di anziani vicini, Cosetta e Giovanni, che vigila su di lui fin da quando era bambino. (Inform)

 

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform