direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

L’Orchestra dei Cento Ragazzi in “concerto per l’Europa di domani” a Lubiana e Bled (Slovenia)

CENTENARIO GRANDE GUERRA

Organizza l’Istituto Italiano di Cultura in Belgrado (Serbia)

 

 

BELGRADO – “Concerto per l’Europa di domani” dell’Orchestra dei Cento Ragazzi , l’8 novembre a Lubiana e il 9 novembre  a Bled il 9 novembre, direttori Alberto Cavoli (Italia), Goran Uzelac (Serbia), Primož Kerštanj (Slovenia) .

L’evento – nell’ambito del semestre di Presidenza italiana del Consiglio dell’Unione Europea e a cento anni dall’inizio della Grande Guerra – è organizzato da Istituto Italiano di Cultura in Belgrado, Città di Belgrado-Comune di Vračar, Città di Bled ,Associazione Culturale Gaie Eventi.

“A cent’anni dall’inizio della Grande Guerra, la riflessione sui massacri di quel conflitto mondiale ci impone l’impegno a costruire un futuro di pace, libertà e democrazia, nel segno della conoscenza, del dialogo, della solidarietà e del rispetto dei diritti umani. Con la condanna di tutte le guerre.” (Sira Miori, direttore dell’Istituto Italiano di Cultura in Belgrado e coordinatore d’Area per la Regione dei Balcani occidentali e danubiana).

Dopo il grande successo dei due indimenticabili concerti a Belgrado, nella Sala grande della Fondazione Kolarac, e a Novi Sad, nella Sinagoga, il 30 e il 31 agosto scorsi, l’Orchestra dei Cento Ragazzi continua il suo percorso europeo, con altre due tappe: a Lubiana, capitale della Slovenia, nella prestigiosa sala della Philarmonja Ljublijana (8 novembre, ore 20.00) e a Bled (9 novembre, ore 20.00), importante centro turistico sloveno, nella Festivalna Dvorana Bled.

L’Orchestra dei Cento Ragazzi è formata dai migliori allievi, di età compresa fra i 12 e i 20 anni, scelti dalle Scuole di musica dei rispettivi Paesi d’origine: Italia, Austria, Slovenia, Serbia e Macedonia.

Questi giovani, provenienti da Paesi che cento anni fa erano schierati in guerra su fronti opposti, sono nati e cresciuti in luoghi che, nel corso di un secolo, sono stati testimoni degli scontri sanguinosi e dei massacri di due guerre mondiali. I nonni dei loro padri si sono combattuti, sotto la spinta insensata di nazionalismi e dittature. Oggi, a distanza di un secolo, questi cento ragazzi vogliono condividere ideali comuni di apprendimento, conoscenza e collaborazione artistica, in un contesto costruttivo di dialogo e scambio interculturale.

E’ in quest’ottica che dal 23 al 31 agosto si sono incontrati a Belgrado, con la collaborazione e il sostegno dell’Istituto Italiano di Cultura in Belgrado e della Città di Belgrado-Comune di Vracar, per frequentare un ciclo di seminari tenuti da musicologi e specialisti dei singoli strumenti musicali,  allo scopo di approfondire la loro formazione e di acquisire nuove conoscenze sulle tradizioni musicali europee.

Sulla base del progetto formulato all’Istituto Italiano di Cultura in Belgrado, dal direttore  dell’Istituto Sira Miori e dal presidente di  Gaia Eventi di Milano Rita D’Arenzo,  con la partecipazione diretta dei sindaci di Belgrado-Comune di Vracar  Branimir Kuzmanovic e del Sindaco della Città di Bled Janez Fajfer, unitamente ad una rappresentanza delle Scuole di Musica della Slovenia, della Serbia e della Macedonia, i seminari iniziati nella capitale serba sono proseguiti dall’1 al 7 novembre in Slovenia, sul pittoresco lago di Bled, con tutti i partecipanti ai seminari organizzati nella capitale serba.

Come avvenuto a Belgrado, al termine dei seminari, anche a Bled saranno i giovani stessi a preparare due concerti che l’Orchestra dei Cento Ragazzi eseguirà a Lubiana, sabato 8 novembre nella Sala grande della Philarmonja Ljubljana alle ore 20.00,  e a Bled, domenica 9 novembre, nella Festivalna Dvorana Bled alla medesima ora.

Il nucleo fondatore italiano di questa formazione musicale è il risultato di un interessante progetto di collaborazione educativa e artistica fra studenti di musica, promosso dall’Associazione culturale Gaia Eventi e da alcune  Scuole di Musica collegate al Conservatorio “Giuseppe Verdi” di Milano, tra cui “la Scuola di Musica del Garda” di Desenzano del Garda, nell’ottica dello scambio delle proprie esperienze culturali e musicali.

“Il filo conduttore di questo progetto è la condivisione dei metodi di insegnamento adottati dalle scuole di musica dei diversi Paesi e lo sviluppo di rapporti interpersonali attraverso il linguaggio universale  della musica” afferma Rita D’Arenzo, presidente dell’Associazione Gaia Eventi di Milano, ideatrice e organizzatrice del progetto italiano ed europeo insieme con Sira Miori, direttore dell’Istituto Italiano di Cultura in Belgrado e coordinatore d’Area, per la regione dei Balcani occidentali e danubiana.

Hanno successivamente aderito all’iniziativa alcune scuole di musica di Paesi vicini: la Scuola di Musica”Josip Slavenski” di Belgrado (Serbia), la Scuola di Musica di Sankt Gilgen (Austria), la Scuola di Musica”DoReMi” di Bled (Slovenia) e la Scuola di Musica”Metodi Patče “di Ohrid (Macedonia).

Si tratta di un progetto di alto contenuto formativo e artistico, particolarmente significativo nel panorama musicale europeo e nella realtà delle orchestre giovanili, in termini di qualità, maturità artistica, professionalità e capacità di esecuzione.

Questa iniziativa risponde anche alle linee guida della Commissione europea per la promozione delle espressioni culturali dei popoli, della diversità culturale e della creatività artistica, in un contesto di dialogo e di confronto costruttivo, al fine di costituire un laboratorio di cooperazione culturale in una cornice di progettazione comune.

L’Istituto Italiano di Cultura in Belgrado, sostiene e appoggia la prosecuzione del percorso dell’Orchestra dei Cento Ragazzi, nelle due tappe slovene, in un’ottica di condivisione del progetto di cui è co-fondatore. In un contesto di collaborazione europea, partecipa, altresì, all’organizzazione dei seminari e dei concerti (Programma dei concerti http://www.iicbelgrado.esteri.it/IIC_Belgrado/webform/SchedaEvento.aspx?id=1007 ) (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform