direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

La detenzione di Navalny conferma la tendenza alla soppressione dei diritti fondamentali nella Federazione Russa

FARNESINA

ROMA – Si è appresa con costernazione la notizia della condanna di Aleksey Navalny ad una lunga pena detentiva; condanna originata da un processo già definito “arbitrario e manifestamente irragionevole” dalla Corte europea dei Diritti Umani, è detto in una nota della Farnesina.

La detenzione di Navalny, dopo l’avvelenamento con agente chimico dell’agosto scorso, conferma la tendenza alla soppressione dei diritti fondamentali nella Federazione Russa.

L’Italia resta un coerente sostenitore del dialogo e dalla cooperazione tra l’Unione Europea e la Russia, ma esprime forte preoccupazione dinanzi a tali sviluppi, che contrastano con i principi basilari della democrazia e dello stato di diritto. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform