direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

I numeri del Consolato Generale d’Italia a Londra durante i mesi della pandemia – Azzeramento dell’arretrato Aire

RETE CONSOLARE

LONDRA (Regno Unito) – Il Consolato Generale d’Italia a Londra segnala su Facebook i dati concernenti i cittadini italiani residenti nella circoscrizione consolare nel periodo della pandemia da Covid-19:

– Connazionali assistiti dalla Task Force Covid tra marzo e luglio 2020: oltre 20.000 tra mail, telefonate e contatti avvenuti sui profili social del Consolato Generale.

– Passaporti emessi tra il 01.04.2020 e il 30.06.2020: 3.914 (15,2% di tutti i passaporti emessi dalla rete diplomatico-consolare italiana nel mondo nello stesso periodo, pari a 25.728)

– Pratiche AIRE (iscrizioni e cambi di indirizzo) completate tra il 01.04.2020 e il 30.06.2020: 13.085 (18,6% di tutte le pratiche AIRE completate dalla rete diplomatico-consolare italiana nel mondo nello stesso periodo, pari a 70.187)

– Cittadini italiani iscritti all’AIRE in Inghilterra e Galles al 21.07.2020: 407.054

L’ufficio AIRE ha completato l’attività di azzeramento dell’arretrato. Al momento, quindi, sia le richieste di cambio di indirizzo che le iscrizioni vengono lavorate in pochissimi giorni. Questo risultato è stato conseguito grazie alle risorse e al supporto garantiti dalla Farnesina. Meno di un anno fa, al momento dell’apertura dell’ufficio distaccato a Barbican (1 settembre 2019), il Consolato Generale aveva 32 mila pratiche arretrate e tempi di attesa superiori all’anno. In dieci mesi e mezzo l’arretrato è stato azzerato e questo nonostante siano intervenuti periodi di picco (fine 2019-inizio 2020) durante i quali l’ufficio ha ricevuto oltre 200 pratiche di iscrizione al giorno, la preparazione del referendum costituzionale inizialmente previsto per il 29 marzo e la pandemia tuttora in corso.

Il Consolato Generale continuerà a lavorare per garantire servizi consolari efficienti in tempo reale ai suoi cittadini. Dopo le dichiarazioni di valore e l’AIRE, tale opera continuerà, una volta esaurita l’imminente consultazione elettorale, con lo Stato Civile e l’ulteriore rafforzamento dell’ufficio passaporti, attraverso il quale si cercherà di riassorbire la domanda inevasa di passaporti determinata dall’emergenza sanitaria, (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform