direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Germania, all’Istituto Italiano di Cultura di Amburgo “Il Padiglione sull’Acqua”  di Stefano Croci e Silvia Siberini (19 giugno)

DOCUMENTARI

Nell’ambito di “Fare Cinema”, rassegna sostenuta dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale

 

AMBURGO – Dopo numerose proiezioni nei cinema italiani d’essai e al Filmmuseum di Monaco, il documentario “Il Padiglione sull’Acqua” (2023) dei registi Stefano Croci e Silvia Siberini. arriva nel Nord della Germania.

Nell’ambito dell’iniziativa “Fare Cinema”, la rassegna cinematografica sostenuta dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale che mira a promuovere il cinema italiano e l’industria cinematografica del nostro Paese, l’Istituto Italiano di Cultura di Amburgo organizza la proiezione del documentario per mercoledì 19 giugno  alle ore 19:00 alla presenza dei due registi. “Il Padiglione sull’Acqua” presenta l’opera dell’architetto veneziano Carlo Scarpa, creatore di edifici e scenari monumentali e suggestivi, tanto da essere scelti – per citare solo il caso più recente – come ambientazione dello spettacolare film di fantascienza “Dune 2”. Il documentario è un viaggio poetico nell’immaginario dell’architetto e ripercorre la sua passione per la cultura giapponese. La proiezione , di 77 minuti, sarà in italiano con sottotitoli in tedesco. Al termine della proiezione i registi saranno a disposizione per le domande del pubblico (in inglese). Il Giappone è stato per  Carlo Scarpa,  un universo ispiratore, ma anche il luogo dove egli morì misteriosamente nel 1978, all’apice della sua carriera, seguendo le orme del poeta errante Matsuo Bashō. Attraverso le impressioni dal filosofo giapponese Ryosuke Ōhashi, la narrazione del film si sviluppa lungo una domanda, quella sul senso della bellezza. Le riflessioni su questo tema accomunano così le opere scarpiane e l’estetica tradizionale giapponese.

Venezia, porta verso l’Oriente e luogo di nascita di Scarpa, insieme all’esplorazione incantata delle sue opere, offrono l’opportunità di rievocare la poetica ed episodi simbolici della vita dell’architetto. Tali episodi vengono restituiti attraverso le parole del figlio Tobia, degli allievi Guido Pietropoli, Giovanni Soccol e Guido Guidi, e del ricercatore J.K. Mauro Pierconti. Un sentimento di nostalgia pervade la narrazione: la nostalgia di quell’evento raro che è la nascita di un artista. Carlo Scarpa ci ha lasciato in dono le sue opere e con esse l’entusiasmo e la meraviglia che suscitano ancora oggi. La partecipazione alla proiezione è gratuita, ma è richiesta l’iscrizione tramite il link CarloScarpa.eventbrite.de.  E’ possibile vedere il documentario cliccando sulla pagina della casa di produzione Caucaso e sui social Facebook e Instagram (Inform)

insieme a tutto il suggestivo repertorio scelto per la raccolta, è la conversazione della “Domenica Sportiva” con Pelé, chiamato a commentare dopo il primo incontro la prova dei calciatori italiani. Link

https://www.raiplay.it/programmi/italia68ilprimoeuropeoazzurro. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform