direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Domani è in programma a Zagabria la conferenza “Finance for Sustanaible Growth”

RETE DIPLOMATICO-CONSOLARE

Organizzata dalla Banca Nazionale Croata e dall’Ambasciata d’Italia per approfondire il piano comune di Croazia e Italia per uscire dalla crisi

ZAGABRIA – Si svolgerà l’11 dicembre presso la Banca Nazionale Croata a Zagabria  la conferenza intitolata “Finance for Sustanaible Growth” organizzata in collaborazione con l’Ambasciata d’Italia in loco per approfondire il tema dei legami economici, finanziari e bancari tra Italia e Croazia.

Finanza, investimenti, energia, turismo, progetti europei: questi alcuni dei temi che il governo croato e quello italiano mettono al centro della loro cooperazione bilaterale, che si propongono di approfondire anche alla luce dei nuovi strumenti economici che entreranno in funzione dal 2021.

Croazia e Italia, pur risentendo della crisi innescata dalla pandemia, hanno deciso di avviare una cooperazione più approfondita a partire dalla Dichiarazione congiunta siglata il 30 novembre scorso dei  ministri degli Esteri Gordan Grlić Radman e Luigi Di Maio, che introduce nuovi strumenti di lavoro bilaterale. Si è ad esempio deciso di organizzare ogni anno un Comitato di Coordinamento dei Ministri, che unisce le due squadre di governo, mentre nel 2021 si terrà a Roma il primo Business Forum con la partecipazione di aziende italiane e croate. Infine, un Gruppo di lavoro sul turismo permetterà di condividere esperienze e idee su un settore molto importante per entrambi i paesi e al tempo stesso fragile.

Alla conferenza di domani, cui sono già iscritte 150 persone, più di trenta dirigenti d’impresa, esperti e ministri interverranno su finanza, investimenti, energia, turismo, progetti europei. L’obiettivo è quello di sottolineare le opportunità di business congiunte per uscire dalla crisi.

“Il messaggio è chiaro: Italia e Croazia hanno bisogno l’una dell’altra – afferma  l’ambasciatore d’Italia a Zagabria Pierfrancesco Sacco. L’Italia – sottolinea la nota diffusa in proposito dall’Ambasciata – è il secondo partner commerciale e secondo paese di destinazione dell’export croato, nonché quinto investitore estero in assoluto. Quasi la metà delle attività bancarie in Croazia sono assicurate da due istituti di credito con radici italiane: Zagrebačka banka, parte del gruppo Unicredit, e Privredna banka Zagreb, che fa capo a Intesa San Paolo. Infine, gli imprenditori italiani attivi in Croazia danno lavoro a più di 15.000 persone, con un impatto sostanziale sul Pil nazionale.

Seguirà, il 15 dicembre, un Webforum sulle infrastrutture, organizzato dall’Istituto italiano per il Commercio estero (Ice). In quell’occasione, più di 75 aziende si incontreranno online, per ragionare assieme su investimenti e iniziative comuni, in particolare nell’ottica dell’ammodernamento di strade, ferrovie e porti programmato da Zagabria. “Italia e Croazia hanno sempre avuto ottimi rapporti, ma in passato si sono date a volte un po’ per scontate. Ora, è tempo di portare il nostro dialogo ad un nuovo livello – conclude l’ambasciatore Sacco. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform