direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Da www.cooperazioneallosviluppo.esteri.it – Epidemia causerà crollo economie dei paesi colpiti

EBOLA

 

 

Il prodotto interno lordo dei tre paesi maggiormente colpiti dall’epidemia di Ebola subirà un calo del 2,7 per cento in Guinea, del 8,9 per cento in Sierra Leone, del 11,7 per cento in Liberia.  Lo ha reso noto Mario Raffaelli, presidente dell’organizzazione non governativa Amref Italia. “Bisogna cogliere l’occasione di questa nuova attenzione provocata da Ebola per affrontare effettivamente il gap esistente fra i nostri sistemi sanitari e quelli africani. Non solo per ragioni umanitarie, di per sé evidenti, ma per dare un contributo decisivo al decollo economico dell’Africa che, secondo tutte le analisi e stime degli istituti internazionali, a certe condizioni, oggi è possibile. In termini macroeconomici, infatti, questo sta già avvenendo. Fra i 15 paesi che cresceranno maggiormente nei prossimi anni, la maggioranza si trova in Africa”, afferma Raffaelli.

Secondo il presidente di Amref Italia, è necessaria un’iniziativa da parte dei paesi “avanzati” e dei grandi organismi decisori, che “presuppone un forte ruolo del settore privato, come previsto, del resto da una recente Comunicazione della Commissione Europea (“A stronger role of the private sector in Achieving Inclusive and Sustainable Growth in Developing Countries”) che individua anche una serie di strumenti finanziari a questo scopo”.

In risposta all’emergenza Ebola, che l’8 agosto scorso è stata dichiarata dall’Oms “emergenza globale”, la comunità internazionale ha finora annunciato finanziamenti per un totale di quasi 2 miliardi di dollari, di cui 1,2 già impegnati o erogati per le attività di assistenza umanitaria nella regione. Subito dopo lo scoppio dell’epidemia, la Cooperazione Italiana ha disposto un finanziamento di 200 mila euro all’Oms per la realizzazione di attività in Guinea Conakry. A seguito dell’aggravarsi della crisi, è stato approvato un secondo pacchetto di interventi dell’importo complessivo di quasi 1,5 milioni di euro, articolato in un ulteriore contributo multilaterale di emergenza all’Oms di 240 mila euro e in un’iniziativa bilaterale di emergenza dell’importo di 1,2 milioni per il finanziamento di attività di cura, prevenzione e formazione condotte dalle Ong italiane presenti nella regione.( www.cooperazioneallosviluppo.esteri.it , 29 dicembre 2014)

Inform

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform