direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Al via domani la rassegna cinematografica organizzata dal Lettorato di Italiano dell’Università di Rostock in collaborazione con l’IIC di Amburgo

APPUNTAMENTI

L’iniziativa si svolgerà interamente online. Il primo film presentato è “Non essere cattivo” (2015) di Claudio Caligari

AMBURGO – Comincerà domani, martedì 15 dicembre, con il film “Non essere cattivo” (2015) di Claudio Caligari, la rassegna di film italiani in streaming organizzata dal Lettorato di Italiano dell’Università di Rostock in collaborazione con l’Istituto Italiano di Cultura di Amburgo. L’evento, inizialmente programmato presso la sala cinematografica LiWu di Rostock, è stato ora ri-adattato per via dell’emergenza sanitaria.

Tutti i film saranno visibili in lingua originale (italiano) con sottotitoli in tedesco in streaming i martedì 15 dicembre, 12 e 19 gennaio dalle ore 19 alle ore 23. Ad ogni appuntamento parteciperà un esperto di cinema che farà una introduzione al film della serata. Le brevi introduzioni si terranno sempre alle ore 18.45 su Zoom. Tutte le proiezioni sono gratuite, ma il numero di spettatori è limitato a 75 persone per proiezione. È necessario quindi iscriversi tramite mail al seguente indirizzo: italiano.phf@uni-rostock.de. Il link alla proiezione streaming e all’introduzione su Zoom sarà inviato via mail ad avvenuta iscrizione.

L’iniziativa è stata realizzata dalla Facoltà di Romanistica dell’Università di Rostock in collaborazione con l’IIC di Amburgo.

Primo film della rassegna è “Non essere cattivo” (2015) di Claudio Caligari, previsto domani con l’introduzione di Julia Dettke, docente e esperta di letteratura presso l’Università di Rostock e giornalista presso il Frankfurter Allgemeine Sonntagszeitung. Julia Dettke ha studiato Letteratura generale e comparata a Berlino, Parigi e Bologna e ha completato il dottorato di ricerca presso la Libera Università di Berlino.  “Non essere cattivo” presenta la periferia di Roma e Ostia negli anni Novanta, in cui i “ragazzi di vita”, un tempo descritti da Pasolini, appartengono ora a un mondo che ruota intorno all’edonismo. Un mondo in cui soldi, macchine potenti, locali notturni, droghe sintetiche e cocaina “girano facili”.

Il 12 gennaio verrà presentato invece “La mafia uccide solo d’estate” (2013) di Pierfrancesco Diliberto, con un’introduzione di Gabriele Lenzi, lettore di lingua e cultura italiana presso l’Università di Rostock. Il film è ambientato in Sicilia, a partire dal 1970, anno in cui Vito Ciancimino viene eletto sindaco di Palermo. Le pellicola è un omaggio a tutti coloro che, tra il 1970 e il 1990, hanno perso la vita nella lotta contro la criminalità organizzata in Sicilia.

Il 19 gennaio è previsto il film di Paolo Sorrentino “Le conseguenze dell’amore” (2004), sottotitolato in tedesco per iniziativa dell’IIC. Protagonista è Titta Di Girolamo, che vive da otto anni in una anonima camera d’albergo di una cittadina della Svizzera italiana, in un’atroce ruotine e nell’eterna attesa che accada qualcosa di rocambolesco. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform