direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Visita della vice ministra Del Re in Burkina Faso

ESTERI

“Sicurezza, cooperazione allo sviluppo, ambiente, collaborazione economica, sono i campi principali in cui ci impegneremo”. “La recente apertura della nostra Ambasciata segna una nuova importante tappa delle nostre relazioni bilaterali e apre prospettive importanti per il rafforzamento del partenariato”

 ROMA  – La vice ministra agli Affari Esteri e alla Cooperazione Internazionale, Emanuela Del Re, durante la sua visita in Burkina Faso il 4 e 5 maggio scorsi, è stata ricevuta dal presidente Roch Kaborè, con cui ha affrontato i temi delle relazioni bilaterali Italia-Burkina Faso e dell’impegno italiano nel Paese. “Sicurezza, cooperazione allo sviluppo, ambiente, collaborazione economica, sono i campi principali in cui ci impegneremo”, ha dichiarato la vice ministra al termine del colloquio.

Concetti ripresi nei diversi incontri avuti con membri del governo di Ouagadougou: il ministro degli Esteri e quelli dell’Agricoltura, della Salute, del Commercio e dell’Artigianato, della Donna e il Ministro della Sicurezza.

La vice ministra si è quindi incontrata con i rappresentanti in loco delle diaspore burkinabè. “Quella tra Italia e Burkina Faso è innanzitutto una relazione umana derivante dalla consolidata presenza delle Ong italiane qui e dalla laboriosa presenza nel nostro Paese della più grande diaspora burkinabè d’Europa”, ha sottolineato. La vice ministra ha quindi incontrato le Ong italiane che operano nel Paese. Tra queste, il centro della comunità Sant’Egidio per la registrazione anagrafica e il centro educativo della Shalom, presso il quale è stata realizzata una università per la qualificazione di giovani del Burkina Faso e dell’Africa sub-Sahariana nei settori agro-alimentare, del diritto e delle comunicazioni sociali.

La vice ministra si è poi recata all’ospedale San Camillo di Ouagadougou, gestito dai padri camilliani, nel corso della quale ha consegnato un finanziamento di 300.000€ – per il tramite dell’Organizzazione Mondiale della Sanità – per ricostituire lo stock di vaccini contro la meningite.

La visita è avvenuta quattro giorni dopo la consegna al presidente Kaborè delle lettere credenziali del primo ambasciatore d’Italia residente a Ouagadougou. “La recente apertura della nostra Ambasciata segna una nuova importante tappa delle nostre relazioni bilaterali e apre prospettive importanti per il rafforzamento del partenariato”, ha commentato la vice ministra.(Inform)

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail
Powered by WordPress | Designed by Elegant Themes