direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Viaggio della Memoria, studenti delle scuole nei luoghi simbolo delle deportazioni e dello sterminio nazista

REGIONE LAZIO

Il viaggio di quest’anno è dedicato alla memoria di Primo Levi, di cui ricorre ad aprile il trentesimo della scomparsa

 

ROMA – “Viaggio della Memoria 2017” della Regione Lazio: 360 studenti accompagnati da 91 docenti provenienti da 90 scuole e centri di formazione professionale del territorio regionale. Il viaggio di quest’anno è dedicato alla memoria di Primo Levi, di cui ricorre ad aprile il trentesimo della scomparsa.

Al viaggio (2-4 aprile) prendono parte il presidente Nicola Zingaretti, il vicepresidente Massimiliano Smeriglio, Ruth Dureghello, presidente della Comunità Ebraica di Roma, Marcello Pezzotti, direttore scientifico Fondazione Museo della Shoah, Mario Venezia, presidente Fondazione Museo della Shoah, e i testimoni della Shoah, le sorelle Tatiana e Andra Bucci e Sami Modiano.

I ragazzi visiteranno Cracovia (ex Ghetto e Sinagoga) e i luoghi simbolo delle deportazioni e dello sterminio nazista, i campi di Auschwitz e Birkenau, per approfondire tutti gli aspetti legati ad una delle pagine più drammatiche del secolo scorso.

“Questi giorni nei luoghi dell’orrore rappresentano un vero e proprio viaggio nella storia e l’impegno della Regione in questo senso – ha detto il presidente Nicola Zingaretti – sarà sempre vivo per trasmettere ai più giovani il valore assoluto della Memoria. Viaggi che abbiamo fatto in questi quattro anni, portando sui luoghi della Memoria oltre 2mila studenti, hanno consentito di formare una nuova generazione di testimoni in grado di relazionarsi e di guardare al futuro con la consapevolezza di ciò che è stato. Ogni anno teniamo particolarmente a questo viaggio con le scuole di tutto il Lazio perché sia soprattutto un momento di riflessione e apprendimento per la costruzione di un futuro migliore”.

“È il quarto anno che questa Amministrazione – ha spiegato il vicepresidente con delega alla Scuola Massimiliano Smeriglio – organizza il Viaggio della Memoria con i ragazzi e le ragazze delle scuole e dei centri di formazione professionale della Regione Lazio. Un impegno che avevamo preso all’inizio dell’esperienza regionale e che si fonda su una ragione semplice: questi viaggi, il rapporto con i testimoni, la visita dei luoghi della Shoah, hanno segnato il percorso di crescita di centinaia di ragazzi in questi anni. E anche i 360 ragazzi che parteciperanno a questa esperienza nei prossimi giorni, diventeranno a loro volta testimoni della Memoria in un passaggio del testimone generazionale che è una delle sfide che abbiamo davanti”. (Inform)

Powered by WordPress | Designed by Elegant Themes