direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Ventiquattresimo Seminario di Venezia per i mezzi di informazione britannici

AMBASCIATA D’ITALIA A LONDRA

VENEZIA – Si è conclusa la ventiquattresima edizione del Seminario di Venezia per i mezzi di informazione britannici, che ha avuto luogo nei giorni 1-3 febbraio presso l’Università Ca’ Foscari. Tradizionale appuntamento organizzato annualmente dall’Ambasciata d’Italia a Londra sin dal 1996, il Seminario riunisce qualificati esponenti della stampa britannica e leader politici ed economici italiani per approfondire tematiche in materia di politica estera, economica e interna del nostro Paese. Gli incontri avvengono in un quadro informale, sulla base della cosiddetta “Chatham House Rule”.

Dopo un saluto di benvenuto da parte del Magnifico Rettore, Prof. Michele Bugliesi, l’Ambasciatore d’Italia nel Regno Unito Raffaele Trombetta ha aperto i lavori, svoltisi nell’arco di due giorni e strutturati su quattro panel.

Il primo panel è stato dedicato a “The new global threats to international security”: sono intervenuti il Direttore dell’ISPI e Presidente di Fincantieri, ambasciatore Giampiero Massolo, e l’Amministratore Delegato di Leonardo, dott. Alessandro Profumo, in conversazione con la Direttrice dell’IAI Nathalie Tocci.

“Deglobalisation, neoprotectionism, reshoring: the challenges for export-led economies”, moderato dalla nota Anchor di Al Jazeera Barbara Serra, ha visto come protagonisti il Sottosegretario allo sviluppo economico, Michele Geraci ed il Sottosegretario al Ministero dell’Economia e delle Finanze, Laura Castelli, in conversazione con il Vice Presidente Esecutivo e Direttore per le Relazioni Internazionali di Eni, Lapo Pistelli, e l’Amministratore Delegato di Habacus, Paolo Cuniberti.

Il terzo panel, moderato dall’Anchor di Class CNBC Angela Antetomaso, si è incentrato sul tema “Innovation and connectivity: the future of large infrastructure networks”. Ha visto come Keynote speaker il Sindaco di Genova Marco Bucci ed hanno partecipato in qualità di discussant: l’Amministratore Delegato di Snam Marco Alvera’, il Managing Director di Trenitalia UK Ernesto Sicilia ed il Head of European Equity Markets di Mediobanca Antonio Guglielmi.

“The future of global finance and its role for Italy”, ha visto il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri con delega agli Affari Regionali e Autonomie, On. Stefano Buffagni come relatore principale, in conversazione con il Commissario della Consob, dott. Carmine di Noia e Antonio Guglielmi di Mediobanca. Il panel è stato moderato dalla nota Anchor di Bloomberg Francine Lacqua. Le sessioni di lavoro a Ca’ Foscari sono terminate con un closing address della Vice Ministra per gli Affari Esteri e la Cooperazione Internazionale, On. Emanuela Claudia Del Re, che ha parlato delle sfide e delle priorità nell’agenda della cooperazione allo sviluppo per l’Italia ed il Regno Unito in uno scenario post-Brexit.

Il programma culturale, parte sempre più integrante dell’esperienza del Seminario, ha permesso agli ospiti britannici di scoprire ulteriori volti di Venezia. Domenico Moramarco, Brand Ambassador di “The Merchant of Venice” ha guidato attraverso un percorso delle essenze e dei profumi a Palazzo Mocenigo, restaurato dalla famiglia Vidal. Grazie al sostegno di Habacus e del suo amministratore delegato Paolo Cuniberti, si è svolto un networking lunch presso lo splendido Palazzo Brandolini d’Adda, seguito dal Werther di Jules Massenet al Teatro La Fenice, ospiti del Sovrintendente Fortunato Ortombina. La famiglia Alverà ha successivamente offerto un aperitivo a Palazzo Corner. Il Convento di San Francesco della Vigna ha accolto i partecipanti al Seminario l’ultimo giorno: Padre Rino Sgarbossa dell’ordine Francescano ha accompagnato gli ospiti in un tour privato della Biblioteca, dei Chiostri e della Vigna. Il Seminario si è, infine, concluso con la visita della Mostra Printing Revolution, guidata dalla curatrice prof. Cristina Dondi dell’Università di Oxford e dal direttore del Museo Correr. (Inform)

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail
Powered by WordPress | Designed by Elegant Themes