direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Una nota del Ctim sulla proposta di riduzione del numero dei parlamentari eletti nella circoscrizione Estero

ASSOCIAZIONI

Il presidente, Vincenzo Arcobelli e il segretario generale, Roberto Menia, esprimono “preoccupazione e contrarierà”

 

ROMA – Il Comitato Tricolore per gli Italiani nel Mondo (Ctim) esprime in una nota “preoccupazione e contrarierà” all’ipotesi di modifica della legge elettorale per l’estero il cui esame è stato avviato alla Commissione affari costituzionali del Senato e che prevede la riduzione del numero dei parlamentari eletti nella circoscrizione Estero da 18 a 12: 8 rappresentanti alla Camera e 4 al Senato.

Per il Ctim – si legge nella nota firmata dal presidente, Vincenzo Arcobelli e dal segretario generale, Roberto Menia – vi sarebbero in primo luogo dei “dubbi di incostituzionalità, se si considera il rapporto non equilibrato di rappresentanza tra i cittadini italiani residenti all’estero e quelli in italia”. “Con la nuova proposta, per la Camera il quoziente di rappresentanza se ad esempio è di 100.000 abitanti per deputato all’estero” diventerebbe “di quasi 500.000 cioè 5 volte in più – rilevano Arcobelli e Menia.

“Ancora una volta quando si parla di italiani residenti all’estero, essi vengono negoziati al ribasso – prosegue la nota. Pur condividendo l’intento di “riformare gli organi di rappresentanza parlamentare per renderli più efficienti”, il Ctim ribadisce come ciò non possa avvenire “a detrimento degli italiani all’estero e della loro rappresentanza”. (Inform)

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail
Powered by WordPress | Designed by Elegant Themes