direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

“Transalpina Bike Route 1”: 567 km in bicicletta da Monaco di Baviera a Venezia

SPORT
L’assessore della Regione Veneto Elena Donazzan ha incontrato una delegazione dell’Associazione Veterani dello Sport e della Panathlon internazionale
“Transalpina Bike Route 1”: 567 km in bicicletta da Monaco di Baviera a Venezia

VENEZIA – L’assessore regionale del Veneto Elena Donazzan ha ricevuto oggi a Palazzo Balbi, sede della Giunta regionale, una delegazione dell’Associazione Veterani dello Sport e della Panathlon internazionale che dal 3 all’8 settembre percorrerà in bicicletta i 567 km che separano Monaco di Baviera da Venezia, e che propongono alle amministrazioni pubbliche dei tre Paesi attraversati -Germania, Austria, Italia- di fare diventare questo itinerario ciclistico denominato “Transalpina bike Route 1” (ideato nel 2005 da Aldo Perin) una pista ciclabile e cicloturistica a tutti gli effetti che unisca Venezia al nord Europa e sviluppi le rilevanti potenzialità economiche, sportive e culturali del cicloturismo.
Il Veneto, infatti, con 80 mila presenze l’anno (63% di stranieri di cui il 43% rappresentato da tedeschi; con un’età media tra i 40 e i 65 anni, cioè le persone maggiormente in possesso di reddito e di possibilità di spesa nel turismo e nell’enogastronomico) è la prima regione italiana in questo settore. Erano presenti all’incontro con l’assessore, il governatore Panathlon Area 1 Flavio Zampieri, il delegato veneto dell’associazione Veterani dello Sport Italo Rinaldi, il presidente della sezione di Bassano del Grappa dei Veterani dello Sport e della Panatlhon Rino Piccoli, il consigliere della Panathlon di Bassano Riccardo Costenaro, Bruno Dal Ben past president dei Veterani dello Sport di Bassano, Carmine Abate e il giornalista e cicloturista Gianni Celi.
L’itinerario, uno dei percorsi ciclistici più belli d’Europa, sarà il seguente: 3 settembre Monaco e Mittenwald, 4 settembre Innsbruck, 5 settembre Bressanone, 6 settembre Bolzano e Trento, 7 settembre Bassano del Grappa e Cittadella, Castelfranco Veneto, Venezia.
“Il cicloturismo – hanno detto gli ospiti a Donazzan – è una forma di sport sano, compatibile con l’ambiente, adatto a tutti, single e famiglie, che porta all’amicizia e alla socializzazione e fa scoprire in modo tranquillo e salutare le bellezze della natura e delle città di questa parte d’Europa e del nostro Veneto”. Da parte sua, l’Assessore Donazzan ha detto che “l’iniziativa è sicuramente di alto valore perché contribuisce a ricostruire una rete di relazioni e a rimettere in collegamento, coerentemente con quanto sta facendo la Regione, il Veneto con queste parti d’Europa. E’molto importante tenere unite culturalmente e socialmente Monaco con Venezia, passando dalle meravigliose terre che le uniscono. Si tratta di un’ occasione per apprezzare le bellezze naturali, storiche ed architettoniche delle città tedesche, austriache e italiane che saranno toccate. Inoltre lo sport amatoriale è innanzitutto educazione al senso di sacrificio e alla sfida di sé, e la bicicletta, così profondamente legata alla storia e alla cultura veneta, è un mezzo antico ma sempre moderno con cui conseguire questi risultati. Siete un bellissimo esempio per i giovani – ha concluso l’esponente del governo regionale – e i testimoni affidabili di un turismo sostenibile. Ricordo che la Regione Veneto è capofila a livello europeo per i progetti di turismo sostenibile”. (Inform)
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail
Powered by WordPress | Designed by Elegant Themes