direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Su We the Italians l’intervista a Teresa Fiore, titolare dell’Inserra Endowed Chair in Italian and Italian American Studies presso la Montclair State University

ITALIANI ALL’ESTERO

Autrice di diversi saggi dedicati alla nuova emigrazione italiana negli Stati Uniti, si sofferma in particolare sulle “storie più invisibili, che rivelano la complessità e le contraddizioni dell’esperienza migratoria”

 

NEW YORK – Su We the Italians Umberto Mucci intervista Teresa Fiore, titolare dell’Inserra Endowed Chair in Italian and Italian American Studies presso la Montclair State University, in New Jersey.

Teresa Fiore è autrice di diversi saggi dedicati alla nuova emigrazione italiana negli Stati Uniti. Si sofferma prima sulla materia di questa cattedra di insegnamento, che è la “promozione della cultura italiana in una prospettiva transnazionale, sensibile alla storia delle migrazioni da e verso l’Italia”, tema affrontato con “un approccio interdisciplinare che privilegia le collaborazioni all’interno e all’esterno del campus per arricchire e sfidare le percezioni tradizionali della cultura italiana” e che “coinvolge attivamente anche i giovani di tutto il sistema educativo nell’apprezzamento della cultura italiana prodotta nel paese e negli spazi della diaspora”.

Poi richiama gli argomenti affrontati in alcuni dei suoi scritti sull’emigrazione italiana dagli anni Novanta in poi: “sono più interessata – spiega – a storie più invisibili o meno chiacchierate che rivelano la complessità e le contraddizioni dell’esperienza migratoria e rimandano a migrazioni più vecchie (multipli spostamenti, lotte, lavori precari) mentre rivelano nuovi tratti (livello di istruzione superiore anche per lavori semplici, forte presenza femminile, dipendenza dai trasporti veloci e facile comunicazione). Questi nuovi immigrati italiani sono allo stesso tempo diversi e stranamente simili ai vecchi immigrati”. L’intervista completa è disponibile, in italiano e inglese, su We the Italians. (Inform)

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail
Powered by WordPress | Designed by Elegant Themes