direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Su We the Italians l’intervista a Charlotte Piazza, curatrice del museo sull’emigrazione italiana di Tontitown in Arkansas

ITALIANI ALL’ESTERO

La città deve il suo nome a Enrico Tonti, esploratore siciliano che scoprì il fiume Mississippi

NEW YORK – Su We the Italians l’intervista di Umberto Mucci con Charlotte Piazza, curatrice del museo sull’emigrazione italiana di Tontitown in Arkansas, città che deve il suo nome ad Enrico Tonti, siciliano che scoprì il fiume Mississippi. Tonti fu il primo a navigare sui Grandi Laghi nel 1679, fondò il territorio che è poi diventato lo Stato dell’Illinois e colonizzò la Louisiana e l’Arkansas.

L’intitolazione si deve alla colonia di immigrati italiani giunti in questo luogo simile alle campagne italiane al seguito di padre Pietro Bandini alla fine dell’Ottocento. I connazionali trovarono così, grazie a questo gesuita, un futuro più promettente rispetto alle dure condizioni della piantagione di Sunnyside, raggiunta a quei tempi dagli immigrati attraverso New Orleans, altro canale di ingresso negli Usa. A Sunnyside gli immigrati – spiega Charlotte Piazza – erano trattati come schiavi, spesso contagiati della malaria.

Tontitown nasce dunque come città di italiani, governata per lo più da italiani – 12 sindaci su 16 erano di cognome italiano – ed il Museo è sorto nel 1986 proprio per non disperdere questo pezzo di storia dell’emigrazione italiana. Per l’intervista completa: http://wetheitalians.com/component/content/article/329-umberto-mucci-s-interviews-it/22863-l-italia-in-arkansas-benvenuti-a-tontitown. (Inform)

Powered by WordPress | Designed by Elegant Themes