direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Simone Billi, deputato eletto per la Lega nella ripartizione Europa, ospite a “l’Italia con Voi”

ITALIANI ALL’ESTERO

 

Billi è anche presidente del Comitato per gli Italiani all’estero e la promozione del sistema Paese da poco ricostituito alla Camera

 

ROMA – Alla trasmissione di Rai Italia “l’Italia con Voi” l’intervista a Simone Billi, deputato eletto per la Lega nella ripartizione Europa, che è anche presidente del Comitato per gli Italiani all’estero e la promozione del sistema Paese da poco ricostituito alla Camera dei Deputati.

Dopo aver ricordato la sua passione per la politica, coltivata sin da ragazzo, Billi si sofferma sul suo primo anno da parlamentare parlando di un “bilancio estremamente positivo”. In particolare ricorda il suo impegno nell’iter che ha portato all’approvazione della legge finanziaria: “siamo riusciti a far approvare l’assunzione di 300 persone da destinare alla rete consolare, ad ottenere sgravi fiscali per i pensionati che rientrano in Italia, finanziamenti per le Camere di commercio italiane all’estero e per i corsi di lingua e cultura italiana – afferma l’esponente leghista. Tra le priorità del suo impegno richiama “la questione Brexit e il suo impatto sulla vita dei connazionali residenti in Uk, l’adozione della carta d’identità elettronica anche per gli italiani all’estero e l’anagrafe unica, per snellire ulteriormente il lavoro della nostra rete consolare”.

Billi sostiene inoltre la proposta di legge per la riduzione del numero dei parlamentari, che “insieme al ricalcolo dei vitalizi, comporterà ad un risparmio stimato di 250 milioni all’anno, ossia 1 miliardo e 200 milioni per l’intera legislatura” e ricorda come anche la riforma costituzionale targata Pd prevedesse l’abolizione di tutti i senatori eletti nella circoscrizione Estero, mantenuti invece in questo disegno di legge, anche se ridotti in numero da 6 a 4.

Si sofferma infine sul Comitato da lui presieduto: “si tratta di un organo istituito all’interno della Commissione Affari esteri della Camera e serve a riportare e discutere le informazioni sulla collettività per rendere più forte il contatto con quest’ultima”. Tra gli obiettivi del suo lavoro, richiamati dal presidente: “la riforma del voto all’estero, di Comites e Cgie, la razionalizzazione ed efficienza dei corsi di lingua e cultura italiana all’estero; il miglioramento della legge sul rientro dei cervelli; il riconoscimento dei titoli professionali; il potenziamento della rete consolare e la tutela del made in Italy”. (Inform)

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail
Powered by WordPress | Designed by Elegant Themes