direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Si è svolta la riunione del Comites Israele

ITALIANI ALL’ESTERO

Tra i temi trattati, progetti in corso, prossimi appuntamenti e scadenza del mandato ad aprile 2020

TEL AVIV – Si è svolta nei giorni scorsi la riunione del Comites Israele.

Tra gli argomenti affrontati e riportati nel verbale della riunione, il bilancio preventivo 2020, simile agli anni precedenti e in cui si evidenzia una progressiva riduzione degli stanziamenti nel corso degli ultimi anni.

Si rileva poi come nel prossimo mese di aprile scadranno i cinque anni di mandato dell’attuale Comites. In vista del voto, l’Ambasciata sta procedendo ad una verifica delle implicazioni operative e del costi. Si ricorda tuttavia che il Comites eletto precedentemente, con competenza sulle due circoscrizioni israeliane unificate – Tel Aviv e Gerusalemme, – era rimasto in carica per ben undici anni.

Tra gli aggiornamenti, si rileva come non vi siano novità relative alla richiesta da parte del Comites di un finanziamento integrativo per sostenere due progetti speciali, il Punto di Sostegno Sociale (PoSSo) ed il Laboratorio Teatrale, entrambi già operativi. La richiesta è stata inoltrata a maggio, ma occorre considerare anche l’avvicendamento al Ministero degli Esteri di Luigi Di Maio, subentrato ad Enzo Moavero Milanesi il 5 settembre scorso.

Si ricorda poi l’incontro di una delegazione del Comites insieme ad alcuni rappresentanti della comunità italiana con Jill Reinach, direttrice dei progetti per l’integrazione dei nuovi immigrati presso il comune di Tel Aviv. In particolare si ricorda che il comune, oltre ai servizi di assistenza professionale (ad esempio revisione di un contratto di affitto da parte di un avvocato convenzionato), metta a disposizione spazi nei centri culturali e comunitari e possa facilitare, talvolta con sussidi, eventi culturali anche con ospiti provenienti dall’Italia, un’opportunità – sottolinea il verbale – di cui potrebbe trarre vantaggio anche l’Istituto Italiano di Cultura. Due progetti sono stati proposti: il Laboratorio Teatrale organizzato da Giordana Sermoneta, e il corso di italiano per bambini, organizzato da Carol Raccah e che dovrebbe cominciare a novembre.

Tra gli altri temi richiamati anche l’assistenza ai pensionati in Israele, per cui è disponibile Giordana Mosseri che si avvale del supporto del patronato Ital Uil in Hrecia.

Si ricorda poi la conclusione del mandato del console Niccolò Manniello in Israele, che rientrerà a Roma a fine ottobre e a cui il Comites rivolge il suo ringraziamento per il lavoro al servizio degli italiani svolto con professionalità e per il grande supporto collaborativo al funzionamento del Comites.

Infine, si ricorda la commemorazione della deportazione degli ebrei dall’Italia, in programma il prossimo 12 ottobre con la messa in scena di “13419 la necessità del ritorno”, scritto, diretto e interpretato da Roberto Attias,  nella sala del Teatro – The Israel Goldstein Youth Village – Centro Einaudi, rehov Shay Agnon 1 a Gerusalemme. L’appuntamento è organizzato dalla Hevrat Yehudei Italia in collaborazione con l’Istituto Italiano di Cultura. (Inform)

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail
Powered by WordPress | Designed by Elegant Themes