direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Si è svolta la riunione del Comites di Tel Aviv

ITALIANI ALL’ESTERO

Tra i temi oggetto di discussione i progetti di sostegno sociale alla collettività italiana residente in loco e la Conferenza dei Giovani italiani nel mondo

 

TEL AVIV – Si è svolta il 16 novembre scorso la riunione del Comites di Tel Aviv, i cui temi oggetto di discussione sono stati in particolare i progetti di sostegno sociale alla collettività italiana residente in loco e la Conferenza dei Giovani italiani nel mondo,

In primo luogo, è stata rilevata l’approvazione da parte del Maeci del finanziamento integrativo richiesto dal Comites per il progetto di rafforzamento della Linea Assist Ita – punto di sostegno sociale (Posso). Prima di inaugurare il servizio con un comunicato ufficiale, il Comites segnala che verrà diffusa una relazione della psicologa Anna Gruner Haddad che riassume la casistica registrata a partire dal novembre 2016 e le problematiche con cui gli emigrati italiani approdati in Israele si devono misurare. L’obiettivo è aiutare i connazionali ad affrontare meglio le difficoltà di adattamento intrinseche dell’immigrazione.

Il Comites di Tel Aviv ha aperto le candidature per la scelta di un proprio rappresentante alla Conferenza dei Giovani italiani nel mondo organizzata dal Cgie e che si terrà a Palermo dal 16 al 19 aprile 2019, con rientro probabile del delegato in anticipo di un giorno per la vigilia di Pesach. I consiglieri del Comites segnalano la loro disponibilità a coprire il costo del biglietto aereo. Tutti i delegati verrano spesati dell’alloggio dagli organizzatori. A gennaio è inoltre previsto nella circoscrizione consolare un evento preparatorio alla conferenza in collaborazione con la Giovane Kehillà, grazie al contributo finanziario concesso al Comites dal Maeci per intercessione dell’Ambasciata.

Si segnala inoltre l’incontro previsto a dicembre tra i Comites di Gerusalemme e Tel Aviv e alcuni dirigenti dell’UGL Ciscos per valutare la possibilità di ripristinare un patronato in Israele. Nel quadro della visita è previsto anche un incontro con il consiglio del Bet Italia a cui, in un’occasione precedente, la UGL Ciscos aveva offerto alcuni computer per attrezzare un’aula del centro ricreativo situato a Giaffa.

Infine, si richiama il tema della macellazione rituale e della proposta di legge che ne vieterebbe la pratica secondo le norme dell’Islam e dell’ebraismo, cui il Comites ha già espresso la propria preoccupazione nel corso della visita in Israele dei sottosegretari agli Esteri, Guglielmo Picchi, e alla Giustizia, Jacopo Morrone. (Inform)

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail
Powered by WordPress | Designed by Elegant Themes