direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Si è svolta a Dallas la tredicesima edizione della Conferenza dei ricercatori italiani nel mondo

EVENTI

L’iniziativa organizzata dal Comitato tricolore italiani nel mondo (Ctim) in collaborazione con il Comites e il Consolato generale d’Italia a Houston

 

DALLAS – Si è svolta a Dallas sabato 1° dicembre la tredicesima edizione della Conferenza dei ricercatori italiani nel mondo, organizzata dal Comitato tricolore italiani nel mondo (Ctim) in collaborazione con il Comites e il Consolato generale d’Italia a Houston. 

L’evento ha ricevuto il riconoscimento e l’apprezzamento del Governatore dello Stato del Texas, Greg Abbott e del sindaco della città di Dallas Mike Rawlings, insieme al patrocinio del Senato della Repubblica italiana, della Camera dei deputati, del Maeci, dell’Istituto Superiore della Sanità, il Consiglio nazionale della Ricerche e del Cgie.

In apertura dei lavori sono stati letti i messaggi di saluto ai partecipanti inviati dalla presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, del ministro della Salute, Giulia Grillo, del Governatore Abbot e del sindaco Rawlings.

Nel messaggio del presidente del Ctim, Vincenzo Arcobelli, si evidenzia come l’evento costituisca “una ulteriore opportunità di promuovere l’identità italiana fuori dai confini nazionali, che assieme alla lingua e la cultura sono di primaria e significativa importanza, e simbolo dell’orgoglio italiano”. “I nostri connazionali ovunque siano emigrati hanno dimostrato di essersi integrati e di aver contribuito alla crescita dei Paesi ospitanti. Tra questi certamente un importantissimo ruolo è stato quello dei ricercatori italiani che attraverso i loro progetti e le ricerche hanno migliorato la qualità della vita ed il futuro della società moderna – prosegue Arcobelli, sollecitando una maggiore valorizzazione di tutto il “sistema Italia”.

“Ho avuto modo di conoscere donne e uomini che lavorano nelle Università e negli Enti di Ricerca e che credono nella ricerca scientifica come missione etica al servizio del futuro del nostro Paese. E so che lo stesso sentimento anima i tanti che inseguono la stessa missione lontani dall’Italia e la onorano in ogni angolo del mondo – scrive il segretario generale del Ctim, Roberto Menia, rilevando come la ricerca italiana sia “straordinariamente e sempre in prima linea, vivace, curiosa, vincente”.

Anche la presidente del Senato ha ribadito l’eccellenza dei ricercatori italiani, “testimoni dell’italianità” e “valore aggiunto per la comunità nazionale”, plaudendo anche all’impegno del Ctim per la “causa degli italiani all’estero”, intuizione di Mirko Tremaglia ancora oggi “più che mai attuale – ha ricordato Casellati. (Inform)

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail
Powered by WordPress | Designed by Elegant Themes