direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Serbia, il 6 novembre Giornata della cultura italiana a Šabac

EVENTI

Organizzata dall’Istituto Italiano di Cultura di Belgrado

Presentazione dell’ antologia “Leggere l’Italia” e dell’antologia di poesie italiane con traduzione in lingua serba. Inaugurazione della mostra “Viva Cavandoli”

BELGRADO – Giornata dedicata alla cultura italiana il 6 novembre presso la Biblioteca di Šabac (Masarikova 18). L’evento , a ingresso libero, è organizzato dall’Istituto Italiano di Cultura di Belgrado e dalla Biblioteca di Šabac in collaborazione con la casa editrice Arhipelag.

Alle ore 19.00 Gojko Božović, direttore e redatore principale di Arhipelag, e Davide Scalmani, direttore dell’Istituto Italiano di Cultura Belgrado presenteranno l’antologia “Leggere l’Italia”, frutto di collaborazione tra l’IIC Belgrado e la casa editrice Arhipelag, che si compone di due volumi dedicati alla letteratura italiana. Il primo, pubblicato nel 2016, contiene una selezione di estratti della narrativa italiana contemporanea, mentre il secondo (uscito nel 2017) offre una panoramica della saggistica italiana contemporanea. Sarà inoltre presentata l’antologia della poesia italiana, edita da Arhipelag nel 2018 con il sostegno dell’Istituto Italiano di Cultura di Belgrado, che raccoglie le poesie italiane con traduzione in lingua serba, presentate a Belgrado nel periodo 2007 – 2018.

Dopo la presentazione, alle ore 19.45, il direttore dell’IIC Belgrado inaugurerà la mostra “Viva Cavandoli”, organizzata in collaborazione con l’Associazione KomunikArt e MUSIL – Museo dell’industria e del lavoro di Brescia, che rappresenta un tributo al grande disegnatore Osvaldo Cavandoli (1920 – 2007), animatore, regista e fumettista italiano, celebre soprattutto per aver creato e animato il personaggio de La Linea. Cavandoli ha creato La Linea nel 1969 per scopi pubblicitari per un produttore italiano di elettrodomestici, ma non molto tempo dopo, il fumetto si è spostato ai piccoli schermi ed è diventato famoso in tutto il mondo. Questa serie animata, che ha “camminato” in più di 250 puntate, ha segnato l’infanzia di molte generazioni. Il personaggio principale è l’uomo che cammina su una linea infinita ed è in perenne comunicazione con il suo disegnatore. Si tratta del prodotto di un’estrema sintesi grafica. Le storie che interpreta sono situazioni tragicomiche della quotidianità dell’uomo medio. La mano di Cavandoli compare ogni tanto in campo per interagire con il suo personaggio, creando ostacoli o risolvendogli alcune situazioni, con pochi tratti di matita. La Linea, quindi, è inseparabile dal suo autore, che ha segnato la storia della grafica e del design italiano, la storia della comunicazione di massa ed ha influenzato la coscienza collettiva italiana. Alla mostra “Viva Cavandoli” partecipano artisti internazionali, fumettisti e animatori storici e contemporanei che hanno reinterpretato, con i propri lavori, i disegni o la figura di Cavandoli.(Inform)

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail
Powered by WordPress | Designed by Elegant Themes