direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Sardegna: la spiaggia di Capo Teulada libera da servitù militari

MINISTERO DELLA DIFESA

Il Ministro della Difesa ha ricevuto il Presidente della Regione Sardegna per procedere alla cessione anticipata della spiaggia di Porto Tramatzu (Capo Teulada). Il Ministro Trenta: “Importante passo in avanti nello sviluppo socio-economico del territorio”

ROMA – “La cessione della spiaggia di Porto Tramatzu, e delle altre spiagge previste nel Protocollo, rappresentano un importante passo in avanti nello sviluppo socio-economico del territorio. Ho sempre affermato che la Difesa deve essere sempre più aperta e inclusiva in una moderna concezione dual use dei poligoni militari e delle aree addestrative e oggi lo stiamo dimostrando. E faremo ancora di più”.

Così il Ministro Elisabetta Trenta, al termine dell’incontro che si è svolto a Palazzo Baracchini, sede del Dicastero, con il Presidente della Regione Sardegna, Francesco Pigliaru.

Il Ministero della Difesa, infatti, ha avviato l’iter legislativo per la cancellazione della spiaggia di Porto Tramatzu dall’elenco delle zone portuali e delle aree demaniali di interesse di sicurezza nazionale. Lo schema di Decreto alla firma del Presidente del Consiglio prevede anche l’avvio dei procedimenti finalizzati al rilascio delle spiagge di Capo Frasca S’Enna e S’Arca e Punta de S’Achivoni.

La spiaggia di Porto Tramatzu si trova al limite del Poligono di Capo Teulada e fin dal 1957 (epoca dell’istituzione del Poligono) fu destinata ad un uso militare pur non facendo parte del Demanio militare. Nel tempo, una porzione è stata resa disponibile agli usi civili, la restante parte ha continuato ad essere utilizzata come stabilimento balneare per il personale militare, in forza di una concessione demaniale marittima rilasciata dal Ministero dei Trasporti nel 1992.

In considerazione del valore simbolico del rilascio, già durante la scorsa stagione estiva il tratto di spiaggia è stato reso disponibile a tutta la popolazione.

La cessione di Porto Tramatzu, attesa da oltre quarant’anni, nel quadro dell’Intesa Difesa-Regione sulle servitù militari, rappresenta il primo punto affrontato e risolto insieme dal nuovo Ministro della Difesa e dal Presidente della Regione. Si è lavorato attraverso un modello di governance articolato in una Cabina di Regia a livello politico Difesa-Regione e in un Tavolo Tecnico con le parti coinvolte.

Risultati positivi, raggiunti in tempi brevissimi nonostante la complessità del problema, che hanno suggerito la formalizzazione di questo tipo di governance attraverso un accordo integrativo Difesa-Regione che sarà firmato entro i prossimi giorni e che sarà lo strumento per affrontare in modo sistemico anche gli altri punti dell’Intesa. (Inform)

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail
Powered by WordPress | Designed by Elegant Themes