direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Sarajevo, commemorazione del militante pacifista Gabriele Moreno Locatelli ucciso nel 1993

MEMORIA

SARAJEVO – Si è tenuta nei giorni scorsi la commemorazione dell’italiano Gabriele Moreno Locatelli, ucciso proprio a Sarajevo nel 1993 mentre manifestava per l’interruzione dei combattimenti nella Capitale insieme ai volontari dell’associazione religiosa “Beati Costruttori di Pace”. La cerimonia si è svolta presso il Ponte Olga e Suada di Vrbanja, luogo in cui l’attivista è stato colpito a morte dai cecchini. Alla presenza dei media locali e di molti rappresentanti dell’associazionismo e della cooperazione italiana in Bosnia Erzegovina, l’Ambasciatore d’Italia a  Sarajevo Minasi ha posto una corona di fiori dinnanzi alla targa posta a memoria di un ragazzo che ha sacrificato la propria vita per portare un messaggio di pace ed impegno civile che ha ispirato un’intera generazione di giovani adoperatisi per portare sollievo alle vittime del conflitto in ex Jugoslavia.

 “Gabriele è stato la prima vittima civile italiana della guerra in Bosnia Erzegovina; l’Italia ha avuto vittime tra tutte le parti in lotta. La loro testimonianza è stata, fin dall’inizio, di vicinanza alla popolazione civile, di richiamo alla pace ed alla convivenza pacifica, a difesa dei diritti umani e di un’autentica democrazia. E’ un impegno che dice tanto ancora oggi ai politici della Bosnia Erzegovina, alla società civile ed alla comunità internazionale”, ha commentato l’Ambasciatore d’Italia a Sarajevo ringraziando tutti coloro che si sono uniti a questo momento di raccoglimento che mantiene vivo il ricordo e l’insegnamento di Gabriele Moreno Locatelli. (Inform)

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail
Powered by WordPress | Designed by Elegant Themes