direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Risposta del sottosegretario agli Esteri Ricardo Merlo sulle risorse destinate ai Comites

CAMERA DEI DEPUTATI

 

Interrogazione di Nicola Carè (Pd, ripartizione Africa, Asia, Oceania e Antartide) sul reintegro dei fondi per il 2019. Merlo: “non vi è stata decurtazione. Disponibili a ripartire ulteriori risorse, laddove disponibili”

 

ROMA – Il sottosegretario agli Esteri, Ricardo Merlo, ha risposto ad un’interrogazione sulle risorse destinate ai Comites, i Comitati degli italiani all’estero, nel 2019.

L’interrogazione, presentata dal deputato Nicola Carè (Pd, ripartizione Africa, Asia, Oceania e Antartide), segnalava in particolare come l’ultima legge di bilancio non avesse confermato la somma degli stanziamenti destinati nel 2018 al funzionamento e i progetti dei Comitati, chiedendo per il 2019 un reintegro di circa un milione di euro delle risorse previste.

Dopo aver richiamato le risorse previste per i Comites per il triennio 2017/2019 – 1.267.838 euro nel 2017, 1.227.962 euro nel 2018 e 1.248.138 euro nel 2019 – Merlo precisa come gli stanziamenti del Maeci siano rimasti “sostanzialmente invariati”. “Per quanto riguarda il 2018, un emendamento parlamentare nel corso dell’iter di approvazione della legge di bilancio dispose, unicamente per tale esercizio finanziario – ricorda Merlo, – l’attribuzione di un ulteriore milione di euro, assegnando dunque un totale di euro 2.227.962 al capitolo 3103, a carico del quale il Maeci eroga i finanziamenti ai Comitati degli italiani all’estero”.

“Non essendosi verificata la medesima circostanza in occasione dell’approvazione della legge di bilancio per il 2019”, lo stanziamento è ora quello inizialmente previsto – 1.248.138 euro, – “senza che vi sia dunque stata alcuna decurtazione né alcuna intenzione da parte del Governo di penalizzare i Comites di cui è apprezzata l’attività svolta in favore delle comunità italiane all’estero – precisa Merlo.

Il Sottosegretario richiama poi i parametri percentuali relativi ai criteri di ripartizione delle assegnazioni di risorse ai singoli Comitati, indicati dal Cgie e condivisi dal Maeci: il 25% per la composizione del Comitato; il 35% in relazione alla consistenza della comunità italiana di riferimento; il 10% in base all’estensione territoriale della circoscrizione in cui agisce il Comitato; il 10% per la realtà socio-economica del Paese in cui si trova; il 14% dell’assegnazione totale del capitolo 3103 da distribuire ai Comitati per i quali l’assegnazione risulti insufficiente a coprire le spese di gestione; il 6% dell’assegnazione totale del capitolo 3103 è la percentuale di accantonamento per finanziare progetti integrativi o esigenze sopravvenute.

Tali parametri influiranno dunque sugli importi assegnati, così come “l’accantonamento di una quota maggiore per far fronte alle richieste di finanziamenti integrativi per spese di funzionamento”, pari “al 20% contro il 5% del 2017, anno comparabile per ammontare dell’assegnazione complessiva sul capitolo 3103 – rileva il Sottosegretario.

Egli conferma infine la “disponibilità del Maeci a ripartire ulteriori risorse laddove rese disponibili” e ricorda che i Comites possono inoltre “far fronte alle spese di funzionamento nonché ad eventuali progetti specifici ricorrendo a risorse proprie”, come indicato della legge che li disciplina (n. 286 del 2003). (Inform)

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail
Powered by WordPress | Designed by Elegant Themes