direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Questa sera all’IIC di Amburgo “Progetto Dante” – La Divina Commedia in Germania

APPUNTAMENTI

L’attore Franco Ricordi recita la XXXIII cantica dell’Inferno dantesco, l’incontro con Ugolino

AMBURGO – Ospite questa sera, alle ore 19, dell’Istituto Italiano di Cultura di Amburgo, Franco Ricordi, attore, regista, direttore artistico, filosofo e saggista, leggerà e reciterà in lingua italiana e tedesca la XXXIII cantica dell’Inferno dantesco.

L’iniziativa si svolge nell’ambito di “Progetto Dante” e del tour “Dante per la Germania“ dedicato al Canto in cui Dante incontra Ugolino. “Progetto Dante”, oltre al lavoro teatrale, prevede la produzione di documentari televisivi, la pubblicazione di tre opere da tre volumi ciascuna dal titolo “Dante, filosofia della Commedia”, letture pubbliche in varie città italiane e tanto altro ancora.

Nato a Milano nel 1958, l’attore e regista teatrale Franco Ricordi ha debuttato nel 1978 con Luca Ronconi. In seguito ha lavorato con Paolo Stoppa, Gabriele Lavia, Eduardo De Filippo. Laureatosi in filosofia nel 1983, ha iniziato la carriera da regista che l’ha visto spesso anche interprete delle sue rappresentazioni. Si è dedicato a Shakespeare, alla drammaturgia antica, al teatro tedesco dell’età romantica, senza tralasciare i contemporanei. Nel 2003 è stato nominato Direttore del Teatro Stabile d’Abruzzo, con sede a L’Aquila, dove ha diretto e interpretato Edipo Re di Sofocle (2004) e Anfitrione di Heinrich von Kleist (2005). Nel 2010 è stato nominato Consigliere di amministrazione del Teatro di Roma. Nel 2015 ha pubblicato per Mimesis Edizioni il saggio teoretico “L’essere per l’amore”, punto di partenza di un grande progetto teatrale su Dante Alighieri, che porta in scena a Roma dal 2016 e fino al 2021, anno del 7° centenario della morte del Poeta.

Tra le iniziative di “Progetto Dante, la rassegna “Dante per Roma” che la scorsa estate ha animato alcuni dei siti archeologici più importanti della Capitale, rendendo omaggio a Dante ed anche alla città, ricordata dallo stesso Alighieri a più riprese nella sua “Commedia”. (Inform)

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail
Powered by WordPress | Designed by Elegant Themes