direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Protocollo d’intesa “Libri Fuori-Classe” per esperienze formative in case editrici, librerie e biblioteche

ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO

L’intesa siglata dal Miur e dai principali rappresentanti della filiera del mondo del libro

 

ROMA – Firmato il Protocollo d’intesa Libri Fuori-Classe, il progetto per l’Alternanza Scuola-Lavoro che ha come obiettivo quello di offrire un contatto più diretto tra gli studenti e il mondo del libro, preparandoli ad una esperienza di lavoro in una casa editrice o libreria o in biblioteca.

A siglare l’intesa il ministro dell’Istruzione, Università e Ricerca Valeria Fedeli e i presidenti delle tre associazioni promotrici del progetto, Ricardo Franco Levi (AIE), Paolo Ambrosini (Ali Confcommercio) e Rosa Maiello (AIB).

I rappresentanti della filiera libraria hanno proposto, sotto gli auspici del Centro per il libro e la lettura, l’iniziativa che si propone di mettere a disposizione strumenti semplici e innovativi, utili per attivare processi di Alternanza Scuola-Lavoro nel settore, processi che ogni anno coinvolgono circa 1,5 milioni di studentesse e di studenti delle terze, quarte e quinte classi della scuola secondaria di secondo grado, prima di affrontare l’Esame di Stato conclusivo dei percorsi di studio.

“Questo progetto – ha affermato il ministro Fedeli – ha un duplice merito: da una parte, attraverso i percorsi ideati e progettati dall’AIE, da Ali Confcommercio e dall’AIB, le studentesse e gli studenti del triennio delle scuole secondarie di secondo grado italiane potranno conoscere dall’interno la filiera del libro, comprenderne i meccanismi, entrare in contatto con tutte le professionalità legate al mondo del libro. Si tratta di uno straordinario momento formativo e di apprendimento attivo. Dall’altra parte, ‘Libri Fuori-Classe’ promuove l’avvicinamento alla lettura tra le nostre giovani e i nostri giovani, facendo un’operazione culturale lodevole ed encomiabile”.

Per Maiello si tratta di “un’azione di sistema a cui puntiamo con convinzione”. “La collaborazione tra il sistema scolastico e gli attori pubblici e privati del mondo del libro offrirà nuove opportunità di apprendimento e partecipazione attiva agli studenti e contribuirà a dare impulso all’attivazione di nuovi servizi bibliotecari di qualità – aggiunge. Entusiasti del progetto anche i rappresentanti di Aie e Ali Confcommercio.

Sono oltre 200 le case editrici, librerie, biblioteche che vi hanno già aderito, distribuite in 17 regioni italiane. Qualsiasi scuola, a partire dal 9 gennaio, potrà contattare direttamente uno degli aderenti per avviare da subito un progetto di Alternanza.

L’iniziativa si articola in sei percorsi che le scuole possono scegliere liberamente secondo le loro esigenze o in base a un progetto condiviso con l’azienda o la realtà ospitante. Ogni percorso è introdotto da un video, scelto appositamente per avvicinare le studentesse e gli studenti al tema in modo innovativo e vicino alle loro esperienze e per fare da spunto per l’avvio delle attività proposte nei percorsi didattici.

Cuore e snodo formativo del progetto è la piattaforma www.librifuoriclasse.com attraverso la quale ogni insegnante può scegliere gli argomenti da sviluppare, con tutte le risorse necessarie per condurre operativamente le esperienze di scoperta del mondo del libro: una speciale “cassetta degli attrezzi” con tutte le istruzioni, indicazioni metodologiche per una didattica aggiornata, i materiali di valutazione richiesti per svolgere i percorsi di Alternanza, schede per i lavori di gruppo, i tempi necessari, i luoghi dove svolgere le ricerche, suggerimenti operativi, le competenze da attivare. Oltre all’elenco sempre aggiornato delle case editrici, delle librerie e delle biblioteche dove sarà possibile svolgere i percorsi di Alternanza Scuola-Lavoro.

All’avvio del prossimo anno scolastico Libri Fuori-Classe metterà a punto anche un progetto di “impresa simulata”. Ogni singolo istituto potrà inoltre avviare la costituzione e la gestione di una biblioteca aperta al territorio. (Inform)

Powered by WordPress | Designed by Elegant Themes