direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Prenotazione online per il rinnovo del passaporto, lettera aperta della deputata Fucsia Nissoli (Fi) al ministro degli Esteri Alfano

ITALIANI ALL’ESTERO

 

ROMA – La deputata Fucsia Nissoli (Fi), eletta nella ripartizione America Settentrionale e Centrale, si è rivolta al ministro degli Esteri Angelino Alfano con una lettera aperta – “per dar voce alle centinaia di migliaia di connazionali che pur vivendo all’estero vogliono mantenere forte il legame con il nostro Paese e per i quali il Consolato rappresenta l’unico vero punto di immediato contatto e di riferimento” –  evidenziando le problematiche legate al rinnovo del passaporto. In particolare si lamenta il malfunzionamento della prenotazione online.

“Oggi l’Italia, tra i pochi Paesi a garantire questo privilegio ai connazionali all’estero, assicura il rilascio a vista del passaporto elettronico. Vantaggio senza prezzo per chi è costantemente in viaggio anche per motivi di delicate urgenze. Ma accade sovente che la semplice possibilità di un appuntamento per richiedere il rilascio diventi un’odissea interminabile con necessità di presentarsi in Consolato ripetutamente e spesso senza ottenere nulla”, scrive Nissoli.

“In qualità di Ministro dell’Interno Lei – continua Nissoli – ha avviato la nuova carta di identità elettronica che ha un sistema di prenotazione efficiente, unico per tutti i Comuni d’Italia e che semplifica molto al cittadino la procedura di rilascio. Lo stesso avviene per la prenotazione dell’appuntamento presso le questure in caso di rilascio del passaporto ai cittadini residenti in Italia.  Alla luce di questa Sua esperienza, sarebbe agevolissimo estendere l’efficienza dimostrata in questi due casi anche al rilascio del passaporto all’estero, adeguando il livello di digitalizzazione della rete consolare. Inoltre, l’Agenda Digitale italiana prevede che i servizi in rete della pubblica amministrazione possano essere pagati anche online e già tante Amministrazioni consentono il pagamento appunto tramite PagoPA”. Alla luce di tutto questo, la deputata fa osservare quanto potrebbe “essere utile al connazionale che vive all’estero pagare il rilascio del passaporto direttamente dal proprio smartphone invece di districarsi in mille meandri anche solo per sapere il preciso importo da corrispondere”. (Inform)

Powered by WordPress | Designed by Elegant Themes