direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Pinocchio e Sirenetta: Scandicci, Prato e Copenaghen gemellati fra arte e infanzia

SCAMBI CULTURALI

FIRENZE – L’arte come strumento pedagogico. Questo l’obiettivo di un progetto europeo (I CareChildren Art Relationship Education) appena concluso dopo due anni di scambi fra Regione Toscana e Comune di Copenaghen, tre scuole per l’infanzia di Scandicci (Ciari, Makarenko, Turri) e tre scuole omologhe nel distretto di Valby a Copenaghen, insieme a due musei di arte contemporanea (il Pecci di Prato e il National Kunst di Copenaghen).

La conferenza finale di I Care si è conclusa ieri nella capitale danese. “Un’esperienza – sottolinea Emmanuele Bobbio, assessore toscano all’istruzione – che Regione Toscana valuta come assai positiva: il confronto con altre realtà è sempre uno stimolo a crescere e migliorare nonché un momento essenziale di riscontro sulle politiche adottate. Adesso sarà utile proseguire in questo senso, anche cogliendo le opportunità Ue derivanti dal nuovo ciclo di programmazione dei fondi comunitari”.

Il progetto – spiegano le responsabili delle scuole coinvolte – ha consentito di “approfondire le metodologie di utilizzo dell’arte come linguaggio privilegiato nella comunicazione con i bambini delle scuole d’infanzia permettendo agli operatori dei due musei di sperimentare attività nuove, di didattica e di laboratorio, con un target mai approcciato fino ad allora: bambini al di sotto dei 6 anni di età”.

Più di 50 gli scambi svolti tra istituzioni, scuole e musei dei due Paesi. E nel nome di due fra i più amati protagonisti nelle letture dell’infanzia (la Sirenetta del danese Hans Christian Andersen e il Pinocchio del toscano Carlo Lorenzini detto Collodi, scelti fin dall’inizio come testimoni dell’intero progetto) non sono mancati “approcci didattici a forte caratura innovativa”. (Mauro Banchini – Inform)

Powered by WordPress | Designed by Elegant Themes