direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Piano energia e clima, il Ministero dei Trasporti punta a 6 milioni di auto elettrificate nel 2030

MINISTERO DEI TRASPORTI

Il documento programmatico inviato all’Unione europea contiene diverse misure sui trasporti

ROMA – E’ stata inviata in Europa la proposta del Piano nazionale integrato per l’energia e il clima: si tratta di un documento programmatico che include diversi punti di competenza del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. Tra questi punti c’è quello che riguarda la riduzione dei carburanti inquinanti nei trasporti. Si punta a favorire l’uso di biocarburanti avanzati con una quota pari all’8%, nonché l’incremento progressivo di nuove immatricolazioni di auto elettriche finalizzato a raggiungere la quota di 1,6 milioni di auto elettriche al 2030 che, se sommate alle auto ibride (4,4 milioni), consentirebbero di arrivare a un valore complessivo di 6 milioni di auto elettrificate, sempre entro il 2030. Sono quindi previsti investimenti di circa 70 milioni di euro per la realizzazione di reti infrastrutturali per la ricarica dei veicoli alimentati a energia elettrica.

Per quento riguarda invece il rinnovo dei veicoli pubblici adibiti al trasporto di persone, è stato già approvato il Piano per la mobilità sostenibile che destina 3,7 miliardi di euro al ricambio del parco bus con mezzi a basso impatto. Dal 2019 al 2033 saranno rinnovati 2.000 autobus ogni anno, oltre a 250 treni entro il 2022. Inoltre vengono stanziati 300 milioni di euro per nuovi mezzi navali destinati al trasporto pubblico locale. Il piano permetterà di migliorare il livello di servizio e ridurre, entro il 2024, della metà esatta l’età media della flotta. Ci sono poi gli incentivi per i mezzi privati a basso impatto, con l’obiettivo di promuovere una progressiva riduzione di autoveicoli con motori diesel e benzina, al fine di contenere le emissioni inquinanti e conseguire gli obiettivi dell’accordo di Parigi sui cambiamenti climatici. Una prima misura è stata l’introduzione di un eco-bonus/malus in funzione delle emissioni di CO2 con la legge di Bilancio 2018. Si chiude con il rinnovo del parco mezzi per il trasporto delle merci: qui le risorse sono pari a circa 33,6 milioni di euro e sono state destinate a favore di iniziative per la realizzazione di progetti d’investimento in conto capitale per il rinnovo del parco veicolare delle imprese di autotrasporto. (Inform)

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail
Powered by WordPress | Designed by Elegant Themes