direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Parere favorevole della Commissione Esteri sullo stanziamento del Maeci per i contributi a enti, istituti ed altri organismi specializzati nella ricerca internazionalistica

CAMERA DEI DEPUTATI

Lo schema di decreto ministeriale concernente il riparto dello stanziamento iscritto nello stato di previsione della spesa del Maeci per l’anno 2017 e relativo a contributi ad enti, istituti, associazioni, fondazioni ed altri organismi illustrato dal relatore Francesco Monaco (Pd). Sua la proposta di parere approvato

 

ROMA – La Commissione Affari Esteri della Camera dei Deputati ha approvato un parere favorevole allo Schema di decreto ministeriale concernente il riparto dello stanziamento iscritto nello stato di previsione della spesa del Ministero degli Affari esteri e della Cooperazione internazionale per l’anno 2017, relativo a contributi ad enti, istituti, associazioni, fondazioni ed altri organismi (Atto n. 447).

Il parere è quello proposto dal relatore Francesco Monaco (Pd), sottoposto a votazione dopo l’illustrazione dei contenuti del provvedimento in Commissione.

Monaco ha sottolineato nel suo intervento come la Commissione sia chiamata ad esprimersi entro il 3 ottobre prossimo sullo Schema di decreto ministeriale ai sensi dell’articolo 32, comma 2, della legge 28 dicembre 2001, n. 448 (legge finanziaria 2002), che ha disciplinato la ripartizione annuale dei finanziamenti ad enti beneficiari per legge di contributi statali, sottolineando come tale legge abbia opportunamente ricompreso in un unico capitolo di spesa del bilancio del Maeci i contributi a enti, istituti ed altri organismi specializzati nella ricerca internazionalistica. Segnala che si tratta del capitolo 1163/Esteri al quale la legge di bilancio 2017, ai sensi del comma 3 del citato articolo 32 della legge n. 448, ha assegnato la somma di euro 778.418, a fronte degli 805.108 euro previsti per il 2016.

Nel capitolo 1163 – precisa il relatore – ricadono ora solamente gli enti a carattere internazionalistico propriamente detti, a seguito della scelta di conferire ad apposito capitolo dello stato di previsione del Maeci il finanziamento annuale a favore della Società Dante Alighieri, che precedentemente vi era invece ricompreso. Quest’ultimo finanziamento – segnala Monaco – ricade ora nel capitolo 2742 di pertinenza della Direzione generale per il sistema Paese, a favore del quale la legge di bilancio per il 2017 ha stanziato 700.000 euro, a fronte dei 600.000 previsti per il 2016, importo confermato nelle previsioni assestate anche dopo l’esame da parte del Senato del relativo disegno di legge.

Il relatore ricorda poi come “enti a carattere internazionalistico” siano enti che “svolgono attività di studio, ricerca e formazione nel campo della politica estera o di promozione e sviluppo dei rapporti internazionali, a condizione che operino sulla base di una programmazione triennale e dispongano delle attrezzature idonee per lo svolgimento delle attività programmate”. Quelli destinatari dei contributi in oggetto sono “sottoposti alla vigilanza del Maeci e a loro volta individuati con tabella sottoposta a revisione triennale e approvata con decreto ministeriale, distinta dalla tabella allegata allo Schema in esame per il riparto annuale dei fondi”. “La dotazione del capitolo 1163 viene ripartita tra i predetti enti a carattere internazionalistico in ragione di 478.000 euro in contributi ordinari e 300.418 euro in contributi straordinari a favore di singole iniziative di particolare interesse o per l’esecuzione di programmi straordinari, come disposto dall’articolo 2 della legge n. 948 del 1982 – segnala il relatore, precisando che nel 2016 si è concluso l’iter di perfezionamento del decreto del 2 settembre 2016, n. 416, di revisione della tabella per il triennio 2016 e che “a  seguito di rinuncia da parte della Fondazione Alcide De Gasperi al contributo per l’anno 2017 i fondi ad essa destinati sono stati riallocati per la metà dell’importo, pari a 7.500 euro, a favore della Sioi e per la restante metà a favore di contributi straordinari ex articolo 2 della legge n. 948 del 1982”. “Ciò comporta – spiega il relatore, – nel raffronto con il precedente decreto di ripartizione per il 2016, un decremento di 7.500 euro nei contributi ordinari annuali a favore degli enti a carattere internazionalistico (che passano da 485.500 a 478.000 euro), oltre a 19.190 euro per i contributi straordinari”. Monaco sottolinea inoltre che in tal modo si conferma “la progressiva riduzione tendenziale dei contributi statali ai singoli centri di ricerca, in tal modo incoraggiati a razionalizzare la propria gestione, cercando contributi nel mercato libero, e a promuovere strategie concorrenziali, potendo contare sul riconoscimento di natura istituzionale derivante dall’inclusione in tabella”. Si richiama il fatto che il Maeci, in base alle legge soprarichiamata, debba dare conto dei contributi e dei criteri di riparto nella relazione annuale al Parlamento e che l’ultima relazione presentata alle Camere nell’ottobre 2016, riguarda l’esercizio 2015. È inoltre prevista la vigilanza del Ministero sulla destinazione dei finanziamenti concessi, attraverso l’esame dei bilanci preventivi e consuntivi degli enti nonché l’esame di altri documenti e la partecipazione della Corte dei conti al controllo sulla gestione finanziaria degli enti a cui lo Stato contribuisce in via ordinaria.

Alla luce di quanto esposto, il relatore presenta la sua proposta di parere favorevole sul provvedimento esaminato, proposta su cui si esprime favorevolmente anche il vice ministro agli Esteri, Mario Giro. (Inform)

Powered by WordPress | Designed by Elegant Themes