direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Nei giorni scorsi alla Farnesina le celebrazioni del 70esimo anniversario del Programma Fulbright in Italia

EVENTI

Il ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Enzo Moavero Milanesi rileva il ruolo centrale del programma per “consolidare quei legami di profonda amicizia, identità di vedute e posizionamento internazionale che il nostro Paese, a partire dal secondo dopoguerra, ha sempre avuto con gli Usa”

ROMA – Il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale ha ospitato nella Sala delle conferenze internazionali della Farnesina un evento celebrativo del 70esimo anniversario della nascita del Programma Fulbright in Italia.

Sin dalla sua nascita, il Programma Fulbright ha svolto un ruolo centrale nei rapporti bilaterali italo-statunitensi, consentendo, attraverso un sistema di finanziamento di borse di studio per la ricerca e l’insegnamento, di accedere ai corsi universitari degli Stati Uniti. L’Italia è stata tra i primi Paesi ad aderire al Programma e, dal 1948, circa 8.000 borsisti italiani e statunitensi hanno usufruito delle borse di studio Fulbright grazie all’azione congiunta della Commissione Fulbright, del Maeci e dell’Ambasciata degli Stati Uniti a Roma.

Ad aprire i lavori è stato il ministro degli Esteri, Enzo Moavero Milanesi, che ha ricordato come “il sistema delle borse Fulbright dà della chance veramente uniche di studiare in prestigiose università degli Stati uniti, ma soprattutto per poter consolidare quei legami di profonda amicizia, identità di vedute e posizionamento internazionale che il nostro Paese, a partire dal secondo dopoguerra, ha sempre avuto con gli Usa”.  Di seguito l’ambasciatore statunitense, Lewis M. Eisenberg, ha definito Fulbright il programma più importante di scambio universitario degli Stati Uniti. Dal canto suo l’ambasciatore italiano negli Stati Uniti, Armando Varricchio ha rilevato come l’anniversario sia anche occasione per riflettere sul futuro, sulla validità e vitalità del programma testimoniata dai moltissimi candidati italiani che aspirano ad accedervi.

Il direttore generale per la Promozione del Sistema Paese, Vincenzo De Luca ha ricordato come il programma abbia consentito a moltissimi studenti italiani di frequentare corsi di altissimo livello universitario negli Usa e sottolineato l’importanza della celebrazione che evidenzia l’impegno della Farnesina e del governo italiano per l’internazionalizzazione del sistema di alta formazione e universitario italiano.

Sono intervenuti anche il direttore esecutivo della Commissione Fulbright, Paola Sartorio e Anita McBride, membro del J. William Fulbright Foreign Scholarship Board (FFSB), organo del Dipartimento di Stato statunitense che supervisiona la gestione del Programma Fulbright nel mondo.

Alla sessione di carattere istituzionale è seguita una riflessione sui 70 anni di relazioni culturali Italia-Usa, sulla promozione della lingua e cultura italiana negli Stati Uniti e sui temi di attualità internazionale.

Oltre ai 60 borsisti italiani e statunitensi del Programma hanno partecipato alle celebrazioni anche membri del Consiglio Direttivo e numerose personalità del mondo accademico e degli enti privati che collaborano con la Commissione Fulbright e contribuiscono allo sviluppo del progetto. Consegnato infine il premio per il 70° anniversario Commissione Fulbright da parte del ministro Moavero Milanesi e dell’ambasciatore Eisenberg. (Inform)

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail
Powered by WordPress | Designed by Elegant Themes